La bizzarra teoria del sindacato Siap

Non t'indigni per la maglietta di Salvini? Allora non sei un poliziotto "democratico"

Mentre il sindacato Coisp apprezza il gesto del leader della Lega: "Chi oggi critica Salvini per avere indossato la maglia con i colori della Polizia non ha aperto bocca quando qualcuno ha deciso di dedicare un monumento a Carlo Giuliani in piazza Alimonda"

Marco Dozio
Non t'indigni per la maglietta di Salvini? Allora non sei un poliziotto "democratico"

Foto ANSA

Nuova categoria del giorno: i poliziotti “democratici”. E chi saranno mai, forse l’antitesi di fantomatici poliziotti “antidemocratici”? O “democratici” nel senso che votano i “democratici” del Pd? Di sicuro, a leggere le dichiarazioni di Roberto Traverso, segretario del sindacato di Polizia Siap di Genova, sono quelli che, solerti, prendono le “dovute e doverose distanze” da Salvini che indossa una maglietta con i colori della Polizia. "Ogni poliziotto o carabiniere in cabina elettorale si esprime liberamente premiando o meno la politica a cui ritiene di dare fiducia. Per questo non è accettabile che un politico come Salvini possa continuare a permettersi d'indossare spocchiosamente la divisa della Polizia di Stato promettendo che una volta al potere utilizzerà poliziotti o carabinieri per una sorta di delirante demagogica e pericolosa 'pulizia etnica'".

Chissà se Traverso ha riversato o riverserà sul governo, quello dei tagli e del reato di tortura, la stessa quantità industriale di indignazione. “Quello accaduto è un atto gravissimo al quale purtroppo il Salvini ci sta abituando dopo la prima vergognosa messa in scena alla quale abbiamo assistito durante un inquietante comizio di un sindacato di polizia autonomo Si tratta dell'ennesimo atto provocatorio davanti al quale i poliziotti democratici prendono le dovute e doverose distanze”.

I poliziotti “democratici”, appunto. Se ne desume che i colleghi di Traverso che non si scandalizzano, anzi che approvano il gesto di Salvini siano i famigerati poliziotti “antidemocratici”. Ilpopulista.it ha intervistato il segretario generale del Sap Gianni Tonelli, per il quale Salvini “ha fatto bene”. Ma non è il solo. Ecco le parole di Franco Maccari, segretario generale del Coisp, sindacato indipendente di Polizia: “È incredibile che mentre il partito dell'Antipolizia sta facendo scempio dell'onore delle Forze dell'Ordine, gettando continuamente fango su chi veste una divisa, e mentre il Ministro Alfano continua a raccontare favole sul turn-over e sulla situazione del personale, ci siano sindacati di Polizia che restano nel più assoluto silenzio, completamente proni al potere, per poi prendere la parola soltanto per contestare un esponente politico che indossa i colori della Polizia di Stato per manifestare sostegno e vicinanza agli Agenti".

Effettivamente colpisce la veemenza dei toni utilizzati da alcune sigle sindacali, così implacabili contro la maglietta di Salvini e così timide e titubanti nei confronti del governo. Ancora Maccari: “Al di là della condivisione o meno delle idee di Salvini, è davvero assurdo che l'esponente politico venga criticato per avere indossato un simbolo positivo quale quello della Polizia di Stato: non ha mica indossato la coppola di Toto' Riina! Sarebbe invece un bellissimo segnale se tutti coloro che hanno responsabilità istituzionali indossassero, simbolicamente, le maglie delle Forze dell'Ordine, come una grande "squadra" dello Stato orgogliosa dei suoi Servitori e capace di difenderli. Invece non solo la politica, per compiacere i salotti radicalchic, continua ad ostentare una sorta di disprezzo verso le Forze dell'Ordine, quanto addirittura alcuni sindacati di Polizia, invitati in quei salotti quali cagnolini di compagnia, svendono i propri iscritti sull'altare della fedeltà al potente di turno".

Il segretario del Coisp segnala un'altra bizzarria: "Chi oggi critica Salvini per avere indossato la maglia con i colori della Polizia non ha aperto bocca quando qualcuno ha deciso di dedicare un monumento a Carlo Giuliani in piazza Alimonda, un simbolo negativo, che celebra chi nella vita si è distinto soltanto per aver tentato di ammazzare un Carabiniere: non risulta che altri sindacati di Polizia, assolutamente proni al pensiero unico dominante, abbiano gridato allo scandalo di fronte ad una tale umiliazione per le Divise. Noi non siamo disposti a scodinzolare davanti al governo per elemosinare qualche biscottino, ed onestamente a chi mente ai Poliziotti, a chi ne svende i diritti ed a chi li insulta, preferiamo chi si schiera dalla loro parte, al di là della sua appartenenza politica".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Matite indelebili, a Rivarolo parte la denuncia


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU