Toni e gesti nella comunicazione con i pets

Cuccioli umani ed animali interagiscono con lo stesso registro vocale

Comunicare con i cani; toni e gesti intenzionali modulati che i nostri pets riconoscono con facilità e memorizzano nel rapporto con gli umani

Stefania Genovese
Cuccioli umani ed animali interagiscono con lo stesso registro vocale

Il jack russell Tommy

Alcuni studi condotti dal ricercatore József Topál dell'Accademia ungherese delle Scienze, hanno avvalorato le ipotesi che i cani condividano con gli esseri umani alcune abilità sociali e che il loro funzionamento sociocognitivo possa essere simile a quello di un bimbo tra i sei mesi e i due anni.

Inoltre risulterebbe che i piccoli dei cani come i piccoli degli umani abbiano in comune anche la capacità di riconoscere alcuni indizi dimostrativi; conseguentemente li accomunerebbe anche la capacità di riconoscere con facilità dei segnali che indicano una intenzione comunicativa. Gli indizi stessi comprenderebbero l'indirizzamento verbale, il contatto, le posture, e persino il contatto visivo.
Topál, durante gli esperimenti condotti con alcuni cani, ha notato che essi tendevano a prestare attenzione maggiormente a coloro che si rivolgevano a loro con intenzionalità verbale, ed erano portati a seguirne lo sguardo.

Questa ricettività alla comunicazione umana, fin'ora, era stata attribuita solo ai neonati umani; l'innovativa ricerca attuata dalla Accademia delle Scienze Ungheresi avrebbe confermato come attraverso i movimenti degli occhi dei cani sia possibile apprendere molte più informazioni sulle abilità sociali degli stessi e sulla loro interattività con i propri compagni umani. Non solo; anche la stessa intonazione vocale che spesso viene usata verso i bambini piccoli, se utilizzata verso i cuccioli di cani, tenderebbe a stimolare una risposta empatica e l'interazione sociale, spronando gli stessi animali a cercare di apprendere, in parte, il nostro linguaggio.

Così attesterebbe una ricerca condotta assieme da psicologi ed etologi della City University of New York e dell'Università di Lione/Saint-Etienne. Se infatti gli adulti utilizzano un tono più alto, variabile e più lento, scandendo le parole per attirare e mantenere l'attenzione dei più piccoli, la stessa procedura applicata ai cuccioli di cane sortirebbe un effetto positivo per lo sviluppo della attività cerebrale preposta alla socializzazione. In conclusione una intonazione vocale cadenzata stimolerebbe nei piccoli degli umani e dei canidi, la propensione ad un maggiore apprendimento attivo dei significati delle parole.

La ricerca ha inoltre evidenziato che utilizzare il registro vocale «da bambini» con i cani abbia un valore funzionale; tuttavia esso è efficace solo con i cuccioli, perché i cani adulti si soffermerebbero più sul riconoscimento vocale che sul tono. In quanto agli esseri umani, avrebbero troppo spesso la tendenza naturale ad usare questo registro infantilizzante nei confronti di qualunque individuo che mostri di non possedere capacità verbali, incorrendo così, per quanto riguarda la relazione con il proprio pet adulto, in errori metodologici che possono comprometterne il rapporto sano ed equilibrato.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Conte: "Accordo raggiunto sul fisco"
il governo tiene, la sinistra rosica

Conte: "Accordo raggiunto sul fisco"

A Reggio i marocchini voglion le ronde padane: "Troppi immigrati"
a puttane il modello integrazione del pd...

A Reggio i marocchini voglion le ronde padane: "Troppi immigrati"

VIDEO / Macron ci "scarica" gli immigrati. Adesso lo dicono pure loro
una testimone: "non è la prima volta, va avanti da agosto"

VIDEO / Macron ci "scarica" gli immigrati. Adesso lo dicono pure loro

Da quando c'è Salvini, -90000 sbarchi!
Da quando c'è Salvini, -90.000 sbarchi!

Ecco l'uomo che ha fermato le Ong

Sinodo giovani, la Chiesa apre ai gay
il vaticano diventa più inclusivo

Sinodo giovani, la Chiesa apre ai gay

Un riccio e venticinque grammi di felicità
Centro Recuperi Animali Selvatici

Un riccio e venticinque grammi di felicità

Acquario: come gestire il pesce chirurgo
immortalato dal film "alla ricerca di dory"

Acquario: come gestire il pesce chirurgo

Ma gli animali si deprimono?
frustrati e repressi

Ma gli animali si deprimono?

Tutti i segreti del nostro micio di casa
estate con un libro e con un pet

Tutti i segreti del nostro micio di casa


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU