Compagni che sbagliano?

Parma, "Fatti violentare e stai zitta": omertà su uno stupro in un centro sociale

Una diciottenne sarebbe stata prima drogata e poi stuprata per un'intera notte da un branco di giovani "antifascisti", che avrebbero anche filmato la violenza

Redazione
Parma, "Fatti violentare e stai zitta": omertà su uno stupro in un centro sociale

Il 12 settembre del 2010, come ogni anno in quella data, il centro sociale di estrema sinistra Rete Antifascista Parmigiana (Raf) festeggiava la ricorrenza della cacciata delle camicie nere della città emiliana nel 1922. Una diciottenne di Mantova, simpatizzante di quegli ambienti, era presente alla festa e rimase vittima di uno stupro del quale solo oggi, a oltre sei anni di distanza, si è venuti a conoscenza grazie ad un blog denominato "Romantic Punx", nel quale alcune amiche della ragazza hanno rotto il silenzio condannando apertamente quanto accaduto e dicendosi pronte a difenderla finché non verrà fatta giustizia.

Da quanto è emerso, la ragazza sarebbe stata prima drogata e poi stuprata per un'intera notte da un branco di ragazzi, che avrebbe anche filmato la violenza. "Fatti violentare e stai zitta" sarebbe una delle frasi urlate alla poveretta, che poi è stata convinta dai compagni a non parlare a suon di minacce. I responsabili dello stupro, oltre ad intimidire la diciottenne, si sarebbero inoltre messi d'accordo su una versione comune da fornire agli inquirenti in caso di indagine, in modo tale da cercare di scaricare ogni responsabilità sulla giovane facendola passare come consenziente.

Tre anni dopo, nel corso di un'inchiesta sull'esplosione di una bomba carta presso la sede di un movimento di destra a Parma, i carabinieri interrogarono la ragazza proprio perché erano note le sue frequentazioni nell'ambiente dei centri sociali cittadini. Rispose che da quel mondo si era allontanata a causa di una "brutta storia" e venne quindi convinta a parlare, ma mentre il processo è ancora in corso gli amici e compagni di militanza degli imputati avrebbero tempestato la vittima di messaggi, tacciandola come "infame" per averli traditi; da qui la recente denuncia delle amiche attraverso il blog.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Notre-Dame: se questi sono i progetti, lasciatela così!
Notre-Dame: se questi sono i progetti, lasciatela così!

L’arcivescovo Michel Aupetit: “Abbiamo vergogna della fede dei nostri avi?”

Mineo chiude: la pacchia è finita
il celebre centro accoglienza chiude i battenti

Mineo chiude: la pacchia è finita

Carabiniere ucciso a Bergamo, il cordoglio della Lega
Asilo di Rodengo, la leghista Ceruti porta il caso al Pirellone
all'ufficio del garante per l'infanzia e l'adolescenza

Asilo di Rodengo, la leghista Ceruti porta il caso al Pirellone

Maniaco arrestato a Brescia: autoerotismo di fronte ad una bimba
la leghista ceruti: "recidivo, la pena non l'ha rieducato"

Maniaco arrestato a Brescia: autoerotismo di fronte ad una bimba

Maltrattamenti all'asilo, fermate 3 "educatrici" nel bresciano. Protesta la Lega
Ceruti : “Porterò il problema all'attenzione del Garante per l'infanzia e l'adolescenza”

Maltrattamenti all'asilo, fermate 3 "educatrici" nel bresciano. Protesta la Lega

Faceva sesso con le alunne minorenni, si suicida a Napoli
si è sempre detto innocente, era ai domiciliari

Faceva sesso con le alunne minorenni, si suicida a Napoli


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU