visto da un cattolico

Liberi pensieri di un futuro pensionato... che trova la sua terra calpestata da non aventi doveri

Tra disoccupati, esodati, fannulloni e migranti a colazione pranzo e cena e non solo, chi tiene la baracca in fondo in fondo siamo noi piccoli imprenditori, noi artigiani o commercianti, persino noi industriali...

Piero Mantero
Liberi pensieri di un futuro pensionato... che trova la sua terra calpestata da non aventi doveri

Meditando ad alta voce sui grandi temi della nostra esistenza mi dicevo tra me e me: noi che ancora lavoriamo, mattina pomeriggio o sera, alla fin fine siamo davvero importanti, e ci si aspetterebbe un maggior rispetto. Tra disoccupati, esodati, fannulloni e migranti a colazione pranzo e cena e non solo, chi tiene la baracca in fondo in fondo siamo noi piccoli imprenditori, noi artigiani o commercianti, persino noi industriali... Sentire un ministro che strizza l’occhio a noi contribuenti ci fa pensare che siamo proprio utili. In passato un uomo che mi avesse strizzato l’occhio, belin, avrei pensato invece che quello fosse un buliccio...

Ma pensando ancora l’orgoglio cresce perché col nostro lavoro manteniamo una pletora di parassiti, consentiamo pensioni dorate, cavolo quanta gente manteniamo. Ma siamo piccoli eroi o grandi fessi? Vedi caro Pietro – sempre parlando a me stesso, – quanta gente rendiamo felici... E non si torna indietro, speriamo almeno di salvare il di dietro. Oggi chi fa, chi opera, rischia, mentre i ladri, i falsi invalidi, i politici voltagabbana di cui siamo in Italia record mondiale, hanno garanzie, contributi, accoglienze! Anche senza muovere un dito per noi sgobboni incalliti, già c’è il rischio di prenderlo in quel posto. L’onestà appare roba da stolti, la sicurezza una pretesa da populisti, la giustizia sociale roba da Medioevo. E magari avessimo quella! Anche le professioni stanno cambiando radicalmente, oggi vanno per la maggiore i corsi per barcaioli, ma non del Tevere, del mare nostrum. E capirai, con quello che rendono gli imbarchi e gli sbarchi! La tratta degli esseri umani benedetta da forze speciali statali, magari contro voglia, frutta cifre da capogiro. La droga arriva dopo, la mano d’opera a buon mercato consente successivamente di sviluppare l’indotto al meglio.

Ad un amico disoccupato che cercava lavoro alla FCA, lui pensava si trattasse di un bordello camuffato ad arte, ho consigliato di rivolgersi tramite internet al general manager dell’Isis. Da loro si guadagna bene, ti garantiscono se muori bene anche tanta fca (il refuso scusate è dovuto). Loro ti danno un iman che ti spiega tutto, non importa se hai poche nozioni. Loro pensano persino per te, sai che fatica in meno cavolaccio... Che sia questa la soluzione geniale dell’Europa per sconfiggere la disoccupazione? Tutti sottopagati, costi quel che costi.


Ma almeno le statistiche potranno annunciare trionfalmente che la percentuale dei senza lavoro è scesa drasticamente. Uno o due per cento, giusto quelli che sono malati, ossia non in condizione di muovere le mani. I semi paralizzati del mercato, soprattutto giovani sfaccendati insofferenti a qualsiasi tipo di impegno lavorativo. In fondo sono una minoranza, quindi hanno il diritto di vivere di ozio. Ci mancherebbe, siamo o non siamo in una democrazia liquida? Ogni tanto capita di pisciare contro vento... Il male minore.

Una parte molto elevata di malati viene, purtroppo, proprio dall’Africa. Contrariamente a quello che si pensa, il colore della pelle, scientificamente il pigmento, ha un suo motivo di essere e qui, lo premetto a scanso di equivoci, il razzismo non centra niente. Sono un tifoso nero-azzurro, il nero non mi disturba. Solo quello di chi evade mi disturba, perché non consente al pari di noi il mantenimento delle caste. Non trovo giusto che solo gli onesti debbano sobbarcarsi anche sta fatica.
Ma, ritornando alla pelle, al pigmento, ci rendiamo conto del male che facciamo accogliendo le popolazioni africane? Loro giungono da terre dove è improbabile nascere bianchi. Ovviamente c’è un motivo, nessuna colpa. Madre natura sa il fatto suo, non aspetta Darwin. La natura è ordine, armonia, sfiora la perfezione, mentre chi la vuol sfidare commette, coglionamente parlando, degli eventi contro natura, appunto.

La natura gli errori umani spesso non li perdona, ma le disgrazie che se conseguono sono causa nostra. Se questi uomini e donne o bambini arrivano deportati dall’Africa nera per destinazioni della bianca Europa siamo sicuri di non scardinare l’ordine naturale delle cose? Colpa della latitudine? Perché non deportare gli africani pure in Alaska e gli eschimesi in Nigeria? Uno scambio culturale alla pari... Dove sono oggi quel fior fiore di scienziati pronti a discernere in merito ad eventi marginali ed assenti dinanzi a drammi epocali? Ho l’impressione che stiamo sottovalutando la genetica, il clima e l’habitat, L’alimentazione e altre questioni di usi e costumi. Molti richiedenti asilo si permettono di buttare in strada il nostro cibo, la pasta, il riso e altro. Ma questi, a casa loro, che mangiavano... erbette trifolate?

Vada che il ministro Padoan mi abbia strizzato l’occhiolino, ma per favore, ministro Minniti, tu evitamelo, altrimenti la sensazione di prenderlo nel di dietro si farebbe strada in questo mare vostrum di contraddizioni. Perché, belin mea Pietro, se necessario torna indietro, ma in quel posto proprio no! Con rispetto per i signori del davanti a tutta...

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Di Maio: "Con Salvini lavoro bene"
governo a impronta lega

Di Maio: "Con Salvini lavoro bene"

Blitz nella Bergamasca nei palazzi dello spaccio
individuati clandestini africani e sudamericani

Blitz nella Bergamasca nei palazzi dello spaccio

Il pm Zuccaro: "Sugli immigrati le Ong sbagliano"
"si affida porta ingresso Ue a trafficanti"

Il pm Zuccaro: "Sugli immigrati le Ong sbagliano"

Sirignano: "Dietro l'immigrazione c'è la mafia straniera"
Magistrato DNA: "gestiscono tratta esseri umani"

Sirignano: "Dietro l'immigrazione c'è la mafia straniera"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU