lotta al gioco d'azzardo patologico, la lega c'è

Prete del Cremonese punta il dito contro la politica che "favorisce la ludopatia"

Don Angelo: "Le slot machines fanno comodo a qualcuno". Il leghista Lena rincara la dose: "In Lombardia le stiamo stoppando"

Redazione
Prete del Cremonese punta il dito contro la politica che "favorisce la ludopatia"

Prete del Cremonese scende in campo per (ri)puntare il dito contro la politica. Lui è don Luigi Piccinelli, parroco di Soresina, lo stesso che all'epoca del Governo Renzi aveva bollato il Parlamento come "grottesco e inguardabile" e che stavolta, sul bollettino parrocchiale, ha criticato un certo teatrino che “innervosisce ed esaspera con programmi inattuabili e promesse impossibili, accuse offensive e calunnie infamanti, ricette improbabili e propositi assurdi”. Se il riferimento è al PD non gli si può che dar ragione. Perché proprio la Sinistra, per anni, nulla ha fatto per mettere uno stop alle slot machines, che sono il punto dolente della denuncia del sacerdote.


La critica contro i palazzi di marmo si focalizza sul fatto che la politica non prenda posizione sul gioco d’azzardo, “un argomento che evidentemente", scrive don Angelo, "pizzica interessi finanziari di molti, piccoli e grandi, elettoralmente parlando non produce consenso ed è quindi un tabù". E si lamenta del fatto che, "nella campagna elettorale" che lo "delude", zero attenzione sia prestata al discorso delle droghe pesanti e leggere. Al parroco fa eco il candidato alle Regionali Federico Lena, dell Carroccio, che dichiara: "Mi preme replicare all’affermazione sul tema del gioco d’azzardo per ribadire che la politica a livello regionale ha affrontato il tema in modo deciso e continua a farlo anche in questi giorni".


"Grazie alle leggi di Regione Lombardia, approvate nel 2013 e nel 2015, le slot machine sono calate sul territorio regionale del 10%, contro una media nazionale del 2,6%", spiega Lena. "Inoltre più di 300 locali pubblici hanno rinunciato alle macchinette. Proprio in questi giorni, tra le altre cose, diverse centinaia di ragazzi delle scuole superiori di tutte le province lombarde hanno presentato i loro progetti contro il gioco d’azzardo e preso parte una un percorso di formazione. La ludopatia è una piaga sociale sulla quale, sia a livello regionale che nazionale, il nostro impegno non verrà meno".


"Quanto ho appena citato è solo un primo passo di un percorso lungo e difficile che abbiamo avviato e che ha come obiettivo quello di spingere il governo centrale ad impegnarsi sul tema con la stessa decisione che abbiamo avuto, abbiamo e continueremo ad avere in Lombardia", ha concluso il consigliere regionale (ricandidato) della Lega, ricordando "quanto contenuto nel programma elettorale del nostro candidato presidente Attilio Fontana: una Lombardia più autonoma, più laboriosa, più sicura".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Lei non è la moglie...
fa i pistolotti moraleggianti agli altri e poi...

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Perché lei non è la moglie...

Baby gang terrorizzava Mantova. Arrestato il capo
violenti pestaggi e rapine a suon di botte

Baby gang terrorizzava Mantova. Arrestato il boss

Caos scuola? "Azzolina no grazie". Lega ai gazebo per chiederne le dimissioni
sabato e domenica parte la raccolta firme in lombardia

Caos scuola? "Azzolina no grazie". Lega ai gazebo per chiederne le dimissioni

Riapertura scuole, De Luca contro il Governo
"non sappiamo quanti banchi siano arrivati né quanti siano i docenti"

Riapertura scuole, De Luca contro il Governo


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU