TRAFFICO DI MIGRANTI

Presi passeur pakistani grazie ad operazione italo-tedesca su rotta Balcani-Ancona

L'indagine ha preso avvio quando un cittadino pakistano ha denunciato di essere stato segregato da alcuni connazionali e liberato solo dietro pagamento di un riscatto

Fabio Cantarella
Presi passeur pakistani grazie ad operazione italo-tedesca su rotta Balcani-Ancona

Foto ANSA

E' cominciata nell'aprile scorso, quando un cittadino pakistano ha denunciato di essere stato segregato da alcuni connazionali in un appartamento di Belgrado, e liberato solo dietro pagamento di un riscatto di oltre 6.000 euro da parte del fratello, l'indagine della polizia italiana e tedesca su un traffico di migranti pakistani entrati illegalmente in Italia dai Balcani. Il capo dell'organizzazione sgominata in queste ore sarebbe un 30enne residente a Macerata, un operaio con impieghi saltuari, che si avvaleva di due complici, un 57enne ed un 42enne residenti a Senigallia. Altri tre componenti della banda sono stati individuati in Germania. L'organizzazione avrebbe introdotto illegalmente in Germania e in Francia diverse decine di pakistani, che pagavano fra i 3 mila e gli 8.500 per il viaggio lungo le tratte Turchia-Grecia-Macedonia, poi Serbia-Austria-Ungheria oppure, per arrivare in Francia, dall' Italia. In diversi casi i passeur pagavano le guardie di frontiera per assicurarsi l'impunità. Al momento non sono emersi legami con sospetti terroristi. 

La Polizia di Ancona ha concluso una operazione transnazionale, in collaborazione con la Polizia federale tedesca e con il coordinamento della Procura della Repubblica-Direzione Distrettuale Antimafia di Ancona e della Procura della Repubblica di Hof-Baviera, sgominando una associazione per delinquere composta da cittadini pakistani, finalizzata al favoreggiamento della immigrazione clandestina attraverso la cosiddetta "rotta balcanica".

I pakistani arrestati sono due, uno, ritenuto il capo dell'organizzazione, fermato a Macerata, e l'altro in Germania. Altri quattro connazionali sono stati perquisiti e denunciati a piede libero, due in Germania e due a Senigallia. L'organizzazione avrebbe fatto entrare illegalmente in Italia poco meno di un centinaio di pakistani, che poi hanno chiesto asilo in Germania, in base alla Convenzione di Dublino.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Travaglio condannato per diffamazione
per un articolo sulle intercettazioni

Travaglio condannato per diffamazione

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

La Libia stoppa un barcone con 158 a bordo
soccorsi e portati in un campo profughi a Khoms

La Libia stoppa un barcone con 158 a bordo

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo
quasi staccarono un braccio a un controllore

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo

Vos Thalassa, fermati i due facinorosi
salvati, han ringraziato a pugni

Vos Thalassa, fermati i due facinorosi

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU