La vita negli hotspot

I centri di accoglienza italiani: condizioni igieniche pessime, malattie che si espandono e fughe rocambolesche

La situazione sociale è letteralmente esplosiva ed è evidente che queste modalità di integrazione sono completamente disastrose e controproducenti

Ismaele Rognoni
I bambini spariti. E l'isola che non c'è...

I centri di accoglienza italiani sono l'agglomerato di una situazione sociale esplosiva che cancella ogni tentativo di integrazione, peggiorando ulteriormente le cose; come quelli di Lampedusa, di Pozzallo, di Trapani o di Taranto. 
La situazione viene denunciata dal deputato Erasmo Palazzotto, di Sinistra Italiana, con una relazione presentata alla Camera in cui descrive ciò che ha trovato all'interno di questi hotspot.

Le condiziono igieniche sono pessime e questo contribuisce alla formazione e alla diffusione di svariate malattie come a Pozzallo dove gli immigrati malati non vengono curati in aree riservate a coloro che sono affetti da patologie. 
A Lampedusa invece è successo che alcuni minorenni non avevano ricevuto, in un mese, alcun cambio di indumenti nè il sapone per potersi lavare. Sono emersi anche problemi relativi al rilascio del pocket money. 

A Taranto non vengono gestiti gli ingressi e le uscite degli extracomunitari che vivono all'interno del centro di accoglienza mentre a Trapani non sono presenti mobili e i servizi igienici sono in condizioni pietose

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Venezia, bistecche e frittura 1.100 euro
conto da infarto al ristorante dell'egiziano

Venezia, bistecche e frittura 1.100 euro

Quei video grillini che imbrazzano Di Maio
In rete le videocandidature per le parlamentarie

Quei video grillini che imbarazzano Di Maio

Il giornalista Antonello Zitelli, escluso senza un motivo, come tanti, racconta la sua esperienza
LE PARLAMENTARIE DA INTRUSO, IL VIDEO DENUNCIA

Il giornalista Antonello Zitelli, escluso dai 5Stelle, si racconta

Bologna, col velo in tribunale. Il giudice la fa uscire
"non si può stare col capo coperto"

Bologna, col velo in tribunale. Il giudice la fa uscire

Bologna, l'avvocatessa con velo torna in aula. Col velo
la giustizia non è uguale per tutti

Bologna, l'avvocatessa con velo torna in aula. Col velo


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU