violati account twitter del califfato

La CIA: "L'Isis resta un pericolo". Ma Anonymous vendica la strage di Orlando

Squattrinati, sfiduciati ma ancora pericolosi. Ma anche ridicoli. Un hacker superpopulista viola 200 profili social e li trasforma tutti in gay

Alfredo Lissoni
La CIA: "L'Isis resta un pericolo". Ma Anonymous vendica la strage di Orlando

L'Isis contina ad essere una minaccia. Rilevante, per giunta. Anche se il morale delle truppe sta crollando, le diserzioni aumentano, le finanze sono state colpite. Lo ha detto il direttore della CIA, John Brennan, parlando davanti alla commissione intelligence del Senato.


E intanto un hacker appartenente al collettivo Anonymous è riuscito a entrare negli account Twitter di alcuni sostenitori dell’Isis, e ha sostituito i contenuti relativi al terrorismo con immagini (in alcuni casi anche pornografiche) legate alla cultura gay. L'hacker, che online si presenta come WauchulaGhos, ha dichiarato a Newsweek: “L'ho fatto per le vite perse a Orlando. L’Isis ha lodato l'attacco, quindi ho pensato di difendere coloro che sono caduti nella strage". L’hacker sostiene di aver violato oltre 200 account Twitter di sostenitori del sedicente Stato islamico, mettendo in atto sabotaggi come cambiare l’immagine del profilo in una bandiera arcobaleno e twittando per conto dell’utente frasi come “Vorrei condividere un piccolo segreto… Sono gay e me ne vanto!”.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Roma, aggredisce i passanti con una mannaia e rischia il linciaggio
chiedeva soldi davanti al centro commerciale di guidonia

Roma, aggredisce i passanti con una mannaia e rischia il linciaggio

Re Mida
Matteo Salvini, da Gianburrasca a stratega della politica nazionale. Come nasce un leader

Re Mida

L'Ue cerca di imporre in Svizzera il Grande Fratello: più accoglienza e giudici stranieri
Il Consiglio d'Europa in stile Terzo Reich

Ue da pazzi: troppa democrazia è contro i diritti umani


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU