Invasione programmata

Beppe Sala: "La moschea a Milano si farà". E difende la candidata integralista

Mister Expo rassicura la comunità islamica: "Io sono a favore della moschea. Sumaya ci aiuterà a dialogare con i musulmani che vivono in città"

Redazione
Beppe Sala: "La moschea a Milano si farà". E difende la candidata integralista

Beppe Sala, una moschea e Sumaya Abdel Qader. Composizione da foto ANSA

La presenza della candidata integralista Sumaya Abdel Qader nella lista del PD a Milano continua ad essere nell'occhio del ciclone: con poco più di mille voti, risulterebbe eletta in consiglio comunale qualora Giuseppe Sala dovesse diventare sindaco e da più parti si vocifera della volontà di Mister Expo di nominarla assessore. Dopo essere stata accertata la sua vicinanza all'organizzazione filo jihadista dei Fratelli Musulmani, sono stati resi pubblici i post di sua madre, che su Facebook ha più volte pubblicato foto e commenti a favore del braccio militare palestinese di Hamas, nella lista nera delle organizzazioni terroristiche. Numerose critiche sono arrivate anche da elettori del Pd, soprattutto quelli di area filo-israeliana: stando ai commenti sui social network, sembra evidente che non poche persone stiano decidendo di non sostenere Sala al ballottaggio proprio per via della candidatura della Abdel Qader. Sala continua però a difenderla: ieri mattina, intervistato da Telelombardia, ha così replicato: "Sumaya ci aiuterà nel dialogo con 70-80 mila musulmani che vivono a Milano. Abbiamo fatto una scelta, la comunità musulmana - ha affermato il candidato di centrosinistra - è molto numerosa e dobbiamo attuare una qualche forma di dialogo".

Sala pare puntare proprio sui voti della comunità musulmana milanese e per ripagare il loro appoggio, oltre al probabile assessorato a Sumaya, promette anche la costruzione di una maxi moschea nel capoluogo lombardo. Come ha detto in diretta Facebook con Repubblica tv, vuole portare a termine "un programma ambizioso che richiede tempo" in cima la quale c'è la costruzione di un grande luogo di culto che accolga tutti gli islamici che vivono in città. Beppe è "sicuro che si farà" la moschea a Milano, questa è la sua intenzione se sarà eletto sindaco, a suo dire per "controllare meglio e mettere in sicurezza i luoghi di preghiera". Durante la diretta Facebook con Repubblica.it ha pubblicamente dichiarato: "Io sono a favore della moschea e contro le situazioni a rischio". A pochi giorni dai ballottaggi decisivi per il futuro di Palazzo Marino, il candidato voluto da Matteo Renzi getta quindi la maschera e paga il pegno alla comunità islamica che in questa campagna elettorale senza esclusione di colpi gli ha garantito il proprio appoggio.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU