Generazione tradita

Roma: "Manovra indecente, niente democrazia". Studenti contro il governo

Rete Conoscenza, Unione studenti e Coordinamento Universitario Link scesi in piazza a protestare: "Continuano come al solito a fare gli interessi di pochi"

Redazione
Roma, gli studenti contestano il governo: "Manovra indecente. Niente democrazia"

"Siamo in piazza con le lavoratrici e i lavoratori perché siamo indignati dall'assenza di democrazia nel nostro Paese. Il No del 4 dicembre ha dato un risultato chiaro: priorità ai temi del lavoro, dell'istruzione, al contrasto alle disuguaglianze. Si continua invece come al solito a fare gli interessi di pochi". Lo ha dichiarato Martina Carpani, coordinatrice nazionale degli studenti che aderiscono alla Rete della Conoscenza, che ha partecipato alla manifestazione organizzata sabato a Roma contro il governo Gentiloni.

"La fiducia, passata nel silenzio generale è un atto gravissimo per le forze politiche che non hanno votato contro. Dopo che non ci hanno fatto votare i referendum, hanno trovato un modo per aggirare la costituzione contro gli interessi di tante e tanti giovani sempre più sfruttati a partire dalle esperienze di alternanza scuola lavoro a scuola, dei tirocini alle università, fino al lavoro volontario e sottopagato", ha aggiunto Francesca Picci, coordinatrice nazionale dell'Unione degli Studenti.

"Questo governo sta ancora una volta tradendo la nostra generazione già privata in ogni sua parte del diritto allo studio, alla pensione, a un lavoro degno. Noi non ci fidiamo e non ci siamo mai fidati. Non ci sarà la fiducia delle persone che subiscono un lavoro non degno per questa manovra indecente! Siamo in piazza ed è solo l'inizio, perché deve ripartire il riscatto. Le priorità sono i nostri bisogni, non gli interessi di pochi!", ha sottolineato Andrea Torti, coordinatore del coordinamento universitario Link.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Rifugiati, l'Onu approva il Global compact on Refugees
vogliono farci invadere a tutti i costi

Rifugiati, l'Onu approva il Global Compact on Refugees

Stasera tutto esaurito a Parma per “Red Land - Rosso Istria”
Dopo il boicottaggio dei “neo-comunisti” a Pordenone…

Stasera tutto esaurito a Parma per “Red Land - Rosso Istria”

"I militari non possono non essere sovranisti"
Il Generale Marco Bertolini striglia la politica

"I militari non possono non essere sovranisti"


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU