"Serve ecologia linguistica. Su bacheche eco aggressive"

Immigrati, monsignor Ravasi: "Purifichiamo la nostra grammatica"

"Una società che vive nell'infosfera ormai, la quale nasconde tante volte anche i volti e fa si che l'eco di alcune parole diventino poi alla fine esasperate"

Redazione
Immigrati, monsignor Ravasi: "Purifichiamo la nostra grammatica"

Foto ANSA

"Penso che noi tutti dobbiamo avere una sorta di purificazione della nostra grammatica comunicativa". L'ha detto il cardinale Gianfranco Ravasi, a margine del conferimento della Laura ad honorem da parte dell'Università di Bologna, riguardo i toni usati dal ministro dell'Interno, Matteo Salvini, sul tema migranti.

"Uno dei problemi fondamentali di tutta la civiltà contemporanea è proprio la necessità di una sorta di ecologia linguistica - ha detto Ravasi - La comunicazione informatica purtroppo ha fatto sì che sulle bacheche informatiche l'eco di certe parole diventassero persino aggressive. Questa è la caratteristica di una società che vive nell'infosfera ormai, la quale nasconde tante volte anche i volti e fa si che l'eco di alcune parole diventino poi alla fine esasperate".

Quanto alle critiche ricevute per un tweet scritto sulla vicenda Aquarius, "devo dire che non avrei mai immaginato che ci fosse un'eco così forte, anche contrastata, con una semplice citazione di quattro parole del Vangelo".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Perfino Cacciari da ragione a Salvini
"PRIMA GLI INTELLETTUALI!"

Perfino Cacciari dà ragione a Salvini

Val di Sua, le "zecche rosse" scatenano la guerriglia pro immigrati. Attacchi alla polizia
tensioni al confine Italia-Francia, vandalizzato golf club Claviere

Val di Sua, le "zecche rosse" scatenano la guerriglia pro immigrati. Attacchi alla polizia

Il prete amico della Boldrini? Finì in galera per spaccio
Aquarius torna in mare a caccia di clandestini
sarà unica imbarcazione umanitaria attiva

Aquarius torna in mare in cerca di immigrati

"Un africano non sa che in Italia non si può violentare"
stupro di rimini, l'avvocatessa buonista

"Un africano non sa che in Italia non si può violentare"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU