misteri della mente

Lo stato Alfa

Esperimenti in laboratorio hanno confermato l'esistenza in alcuni di noi di un'attività celebrale alterata, durante la quale produciamo un'energia sconosciuta

Redazione
Lo stato Alfa

Dai tempi un po’ folcloristici dello spiritismo ottocentesco, in cui fenomeni parapsicologici e manifestazioni medianiche erano accomunate e spesso confuse, siamo arrivati alla ricerca parapsicologica da laboratorio (anche presso gabinetti militari supersegreti), sulle tracce della misteriosa energia psi che permetterebbe la produzione delle principali facoltà paranormali: telepatia, telecinesi, chiaroveggenza, precognizione. Tutto ciò avverrebbe durante la cosiddetta "fase alfa", uno stato alterato della coscienza durante il quale i sensitivi manifestano queste facoltà paranormali spostando oggetti, prevedendo il futuro, captando voci telepatiche (chiaroudienza), vedendo nel futuro (premonizione o precognizione), nel passato a distanza geografica (retrocognizione), nel presente ma in aree geografiche molto distanti (chiaroveggenza); persino rivivendo sensazioni vissute da altre persone, al solo tocco di oggetti loro appartenuti (psicometria), e tutto questo, grazie a facoltà sopite del nostro cervello, del quale usiamo solo il 5%, un tempo forse comuni all’umanità, quando il linguaggio non era ancora diffuso.

Tali prodezze, secondo alcuni, sarebbero possibili in quanto i sensitivi attingerebbero a misteriosi archivi cosmici contenenti tutti i segreti dell'universo o, più semplicemente, attiverebbero la ghiandola pineale, solitamente atrofizzata, del nostro cervello, meglio nota come “terzo occhio”.


In effetti, esperimenti in laboratorio hanno confermato l'esistenza in alcuni di noi di un'attività celebrale alterata, durante la quale produciamo un'energia sconosciuta. Una risposta a queste fenomenologia può darla, oltre che la medicina, la parapsicologia, che ha classificato lo stato alfa come una fase particolare di coscienza alterata, comune a tutti i sensitivi, durante la quale il cervello lavora utilizzando le onde alfa (normalmente, in fase cosciente, si impiegano solo le onde beta). In questo stadio i sensitivi, spesso senza accorgersene, diventano enormemente ricettivi e producono fenomeni paranormali.


In alfa, per dirla con gli esoteristi, si apre il terzo occhio, si potenzia cioè l'attività della ghiandola pineale del cervello, un organo endocrino ritenuto sede e causa dello sviluppo dei fenomeni paranormali. Perché questo avvenga, come e quando è ancora un mistero. Sta di fatto che, durante questo particolare momento alterato della coscienza (gli altri sono la trance, l'ipnosi, il sogno e le estasi) la coscienza normale può svanire, come avviene nella trance, oppure può oscurarsi o limitarsi; viene constatata inoltre la perdita del senso del corpo, un senso di unione con il tutto, con conseguente superamento del senso di separazione tra l'Io e mondo circostante.


Sebbene le percezioni alfa siano difficilmente controllabili, taluni sensitivi, mistici e praticanti di yoga sostengono di riuscire a padroneggiarle con grande facilità. Uno dei soggetti più sensibili allo stadio alfa era il noto musicista e sensitivo francese Pascal Forthuny. Uomo incredibilmente dotato dal punto di vista artistico, poeta, pittore e scrittore, Forthuny possedeva anche straordinarie doti di chiaroveggenza. Agli inizi degli anni '20 costui era sovente invitato dallo studioso Eugene Osty a dare pubblica dimostrazione delle proprie facoltà nell'aula delle conferenze dell'Istitut Métapsychique Intérnational di Parigi. Durante questi esperimenti Forthuny entrava in stato alfa e cominciava ad aggirarsi i n mezzo ai presenti, che non conosceva. Poi, tutt'a un tratto, si fermava davanti a qualcuno, come per volergli comunicare qualcosa. E in quel momento cominciava a descrivere minuziosamente la famiglia, la casa e l'ambiente del suo muto interlocutore.

I soggetti in alfa possono descrivere nei minimi particolari un evento, ma molto spesso non riescono ad indicare il luogo preciso ove esso si verifica, o il giorno o l'ora. E questo perché le visioni in fase alfa si presentano sovente come delle sequenze filmate senza inizio né fine, cosa che ne rende impossibile qualsiasi collocazione spaziale. Allo stesso modo i sensitivi non riescono a dare una collocazione temporale. Non sanno cioè se i fatti siano già accaduti o debbano accadere. La loro visione è come un frammento di pellicola ricavata casualmente da un filmato andato perduto. Si tratta di visioni confuse, osservate come attraverso un velo.

In fase alfa non si percepiscono solo visioni, ma anche sensazioni. Frederica Hauffe, nota veggente e guaritrice di Prevost, Francia, quando era in stato alfa finiva con l'assumere su di sé, senza volerlo, le sofferenze di ogni persona malata che l'avvicinava. Dopo aver ricevuto la visita di una persona cieca dall'occhio destro, per esempio, perdette temporaneamente la vista dallo stesso occhio. Da dove arrivino queste informazioni è questione ancora dibattuta. Per gli psichiatri scettici si tratta di reminiscenze emerse dal nostro inconscio; per molti esoteristi e parapsicologi, come l'americano William James, "da una sorta di serbatoio cosmico" uno psichismo universale nel quale sono raccolte e conservate tutte le informazioni dell'umanità, come in una gigantesca e sterminata biblioteca.

 

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Matite indelebili, a Rivarolo parte la denuncia
Uomini e dei. Ma dallo spazio
i misteriosi annunaki

Uomini e dei. Ma dallo spazio

La Madonna appare a S.Bonico?
miracolo a piacenza

La Madonna appare a S.Bonico?

Quando il Santo Volto sanguinò nel Benin
prodigio nella diocesi di cotonou?

Quando il Santo Volto sanguinò nel Benin

Creature misteriose nel Triveneto
x-files di casa nostra

Creature misteriose nel Triveneto


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU