sms svelati

Strage di Nizza: il killer fece sopralluoghi e chiese "più armi"

Secondo la polizia l'assassino non era un lupo solitario ma disponeva di una retrovia logistica se non di una vera e propria rete jihadista

Alfredo Lissoni
Strage di Nizza: il killer fece sopralluoghi e chiese "più armi"

Foto ANSA

"Manda più armi": a tre giorni dal massacro del 14 luglio rivendicato dall'Isis, il telefono cellulare di Mohamed Lahouaiej Bouhlel si rivela una fucina di informazioni per gli inquirenti della procura antiterrorismo. Dagli sms inviati poco prima dell'eccidio sulla Promenade des Anglais emerge che il tunisino di 31 anni residente in Francia non stesse agendo da 'lupo solitario' ma potesse invece disporre di una retrovia logistica se non di una vera e propria 'rete' jihadista. Alcuni quotidiani inglesi, tra cui l'Independent, riferiscono di un 'tesoro' da 100.000 euro da lui inviato ai familiari in Tunisia nei giorni prima della strage. Il 12 e 13 luglio, il mostro di Nizza ha inoltre effettuato i necessari sopralluoghi con il tir della morte sulla Promenade più famosa di Francia. Una notizia che ha trovato conferma grazie alle immagini della fitta rete di videosorveglianza presente in città.


"Manda più armi, portane 5 a C.", ha scritto alle 22.27 del 14 luglio, diciotto minuti prima di passare all'azione, nell'sms inviato a uno dei sette sospetti fermati dalla polizia (ma le armi trovate sul camion non s'era detto che erano finte, a parte una pistola?). Ieri erano stati interrogati l'ex moglie dell'attentatore (liberata oggi, il suo avvocato, Jean-Yves Garino, parla di una donna "distrutta") e altre quattro persone vicine a lui mentre questa mattina è stata fermata una coppia di albanesi, un uomo e una donna, sospettati di aver fornito le armi a Bouhlel attraverso un intermediario arrestato anch'esso. Tra l'altro, sarebbe proprio quest'ultimo il destinatario del messaggino inviato dal terrorista. Fermato nel pomeriggio un altro individuo di 37 anni considerato vicino al killer.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Stangata di una notte di mezza estate
aumento dei pedaggi autostradali

Stangata di una notte di mezza estate

"Lasceremo andare Charlie con gli angeli"
Il cuore dei Gard sfonda il grigiume di ospedale e tribunali

"Lasceremo andare Charlie con gli angeli"

Clandestini, dopo l'Austria anche Orban si incazza
Italia responsabile dell'invasione

Clandestini, dopo l'Austria anche Orbán si incazza

Giornalista USA cerca di cogliere in fallo Putin, ma...
andarono per suonare e furono suonati

Giornalista USA cerca di cogliere in fallo Putin, ma...


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU