kamikaze fai da te

Donna si fa esplodere al mercato di Baghdad. Altri 5 attentati nella stessa giornata

L'Isis torna a colpire in Iraq, con bombe-umane munite di ordigni improvvisati

Alfredo Lissoni
Donna si fa esplodere al mercato di Baghdad. Altri 5 attentati nella stessa giornata

Foto ANSA

Non si fermano le stragi in Iraq. Ieri due attentati hanno sparso il terrore nel distretto di Sadr City, nella parte settentrionale della capitale irachena, causando oltre 70 morti. Gli jihadisti hanno colpito anche in un mercato nel distretto settentrionale di Shaab, uccidendo almeno 28 persone.

Secondo quanto riferito dalle forze di polizia irachene, l'attacco è iniziato con l'esplosione di un ordigno improvvisato al di fuori del mercato, nel quartiere settentrionale di Baghdad, dopo di che una donna imbottita di esplosivo si è fatta saltare in aria nel luogo dell'esplosione. In un altro, invece, avvenuto nel quartiere di Habbibiya, sono morte 4 persone e ne sono rimaste ferite 10. Le autorità hanno arrestato anche un aspirante kamikaze nel mercato di Sadr City.


Altri scoppi nel distretto di Abu Ghraib e nella parte orientale della città, con due morti e diversi feriti per l'esplosione di una bomba rudimentale nel mercato popolare del quartiere sciita di Almin. Sono in tutto sei gli attentati terroristici avvenuti a Baghdad nella sola giornata di ieri, tutti rivendicati dall'Isis.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Saviano da del mafioso a Salvini
il naufragio del pensiero

Saviano dà del mafioso a Salvini

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo
quasi staccarono un braccio a un controllore

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Eritrea. Stop sanzioni, stop emigrazione!
I due paesi del Corno d’Africa hanno deciso di mettere fine allo stato di guerra

Eritrea: stop sanzioni, stop emigrazione!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU