Truffa a Torino

Si fingono gioiellieri svizzeri: arrestati due slavi

Aggirano e malmenano una donna per sottrarle il bottino da 60.000 euro

Redazione
Torino, si fingono gioiellieri svizzeri per truffare una donna: arrestati due slavi

Foto ANSA

Sono stati arrestati dopo diversi giorni di indagini i due finti gioiellieri protagonisti di una maxi truffa ai danni di una donna francese. Il 9 maggio scorso i due truffatori di origini slave si sarebbero finti dei gioiellieri svizzeri - si spera almeno che non cercassero di persuadere l'ignara vittima fingendo pure l'accento elvetico - per rapinare una donna francese di 46 anni, commerciante di pietre preziose. Il tutto si è consumato presso l’hotel Gallia di Pianezza, nel Torinese.

Dapprima i truffatori avrebbero provato ad aggirare la donna, ma qualcosa è andato storto, la rappresentante ha capito che qualcosa non quadrava e non appena i due svizzeri d'adozione se ne sono accorti han pensato bene di concludere in bellezza e malmenare la malcapitata spintonandola per portarle via il bottino. I due sono riusciti ad uscire dall'hotel indisturbati e a far perdere le loro tracce a bordo di un fuoristrada.

I due truffatori, Zochi Marinkovic, 42 anni, residente a Collegno, e Bosko Jovanovic, 44 anni, residente in Francia, entrambi con precedenti di polizia, sono finiti in manette. Ad arrestarli i carabinieri, che hanno recuperato la refurtiva. Sequestrati inoltre 2 milioni di euro e franchi svizzeri falsi con la scritta "facsimile".

Sembra che i due non siano dei pivelli nel campo della truffa, dalle indagini sarebbe emerso che avrebbero messo a segno diversi colpi anche in altre città europee.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Immigrati, arriva Juncker. E parla di "Stati ipocriti"
"Alcuni paesi rifiutano di potenziare controllo frontiere"

Immigrati, arriva Juncker. E parla di "Stati ipocriti"

Quell’incrocio perverso fra “nuovi diritti” e immigrazione clandestina
Permesso di soggiorno per convivenza di fatto: altro regalo al racket

Quell’incrocio perverso fra “nuovi diritti” e immigrazione clandestina

"No rimpatrio". E le "risorse" incendiano il Centro accoglienza
Se il Mahatma mi casca sul "cafro"...
Gandhi e i cortocircuiti fra razzismo e antirazzismo

Se il Mahatma mi casca sul "cafro"...

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini
Non hanno digerito lo stop all'invasione clandestina

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini

Immigrati, anarchici anti-Salvini occupano un edificio in val di Susa
Racket delle case occupate, nove arresti a Milano. Zecche rosse comprese
Tra i fermati uno studente modello. Sigilli anche a un centro sociale

Racket delle case occupate, nove arresti a Milano. Zecche rosse comprese

Quell’incrocio perverso fra “nuovi diritti” e immigrazione clandestina
Permesso di soggiorno per convivenza di fatto: altro regalo al racket

Quell’incrocio perverso fra “nuovi diritti” e immigrazione clandestina


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU