voleva imporle la poligamia. succede nel padovano

Algerino gonfia di botte la moglie che non vuole in casa un'altra donna

Per costringerla ad accettare in casa una seconda consorte, lui la picchiava ma "in posti nascosti dagli abiti"

Redazione
Algerino gonfia di botte la moglie che non vuole in casa un'altra donna

Botte da orbi alla moglie che non vuole accettare in casa la... seconda moglie. Accade a Fontaniva, in provincia di Padova, ove un algerino, Mohamed Abla, è finito in carcere per maltrattamenti. Per obbligare la moglie a firmare il contratto (islamico) che la costringe ad accettare in casa una seconda consorte, lui la picchiava ma "in posti nascosti dagli abiti, in modo che la gente non vedesse".


La 38enne, che ribadiva di "non volere in casa la seconda moglie", ha provato più volte ad opporsi al volere del marito manesco. Tutto inutile. È finita addirittura all'ospedale di Cittadella, per farsi medicare per le botte. E dopo che per ben cinque volte sono dovuti intervenire i carabinieri, la Giustizia si è decisa a fare il suo corso e l'uomo è finito agli arresti: due anni e tre mesi di carcere (il che significa che uscirà subito) e diecimila euro di risarcimento. Dopo di che, potrà tranquillamente tornare a casa a riempir di botte le due mogli.


Protesta la Lega. "Non possiamo accettare l'imposizione delle leggi coraniche della sharia qui in Italia", dice il parlamentare Paolo Grimoldi, " e non possiamo accettare sul nostro territorio chi si rifiuta di adeguarsi alle nostre regole e al nostro modo di vivere e pretende di imporci la poligamia".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Gli UFO sorvolano l'Arabia Saudita
i dischi volanti nel mondo islamico

Gli UFO sorvolano l'Arabia Saudita

La Croazia blinda le frontiere: è boom di clandestini dalla Bosnia
l'altra rotta dell'invasione, quella meno conosciuta

La Croazia blinda le frontiere: è boom di clandestini dalla Bosnia


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU