Ecco i "nuovi europei"

Nell'islamica Bruxelles, i musulmani distruggono ogni simbolo del Natale

Devastate vetrine e addobbi, aggrediti i commessi intenti nei preparativi. Gli immigrati, padroni della città, hanno imposto la Sharia, la legge maomettana

Redazione
Nell'islamica Bruxelles, bande di musulmani distruggono ogni simbolo del Natale

Il quartiere di Molenbeek a Bruxelles

Bruxelles, avanguardia dell'Europa musulmana grazie all'immigrazione incontrollata favorita dai governi di sinistra, che hanno trasformato la capitale belga in un suk, continua a essere devastata da episodi di violenza che vedono come protagonisti i "nuovi europei". Le bande di giovani immigrati di fede islamica che spadroneggiano in città hanno distrutto le vetrine dei negozi che osavano esporre simboli natalizi, disintegrato gli addobbi esposti nei centri commerciali e di fatto cancellato ogni riferimento alla nascita di Gesù, che loro considerano alla stregua di un ciarlatano.

Oltre alla distruzione di vetrine e addobbi, nei giorni scorsi si sono registrate numerose aggressioni ai danni dei commessi che erano intenti nei preparativi. Le violenze non hanno ovviamente risparmiato le auto in sosta, gli arredi urbani e gli agenti di polizia intervenuti: fonti della sicurezza belga hanno riferito di aver proceduto all'identificazione e all'arresto solo di una ventina di individui, tra le centinaia che sono stati coinvolti nei disordini. Già negli scorsi anni si erano verificati, nel periodo prenatalizio, atti di violenza e teppismo ai danni degli arredi per le festività.

Lo scorso anno, sempre in occasione dell'allestimento degli addobbi, si verificarono numerosi episodi di intolleranza da parte di nutriti gruppi di musulmani che non gradivano l'ostentazione di una fede che secondo il Corano andrebbe cancellata dalla faccia della Terra e si scatenarono nella distruzione sistematica di alberi di Natale, luminarie e tutto ciò che avesse qualsiasi attinenza con le festività di fine anno. Nel 2012 l'amministrazione comunale di Bruxelles a maggioranza islamica propose ai commercianti di non esporre addobbi natalizi per non offendere la popolazione.

Il Belgio, e in particolar modo la sua Capitale, è ormai il primo Paese in Europa per numero di musulmani, che sono diventati maggioranza imponendo le proprie leggi. Quartieri come Molenbeek sono dei veri e propri ghetti sotto il controllo della Sharia e il Paese fiammingo è divenuto, con il passare degli anni, la vera culla del jihadismo europeo. Un Paese che, seppur vittima di attentati, continua a proteggere le cellule che operano sul territorio anche se queste realtà hanno partorito veri e propri mostri come Abdelhamid Abaaoud, uno dei terroristi che hanno agito al Bataclan.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Altro che disgelo, ricomincian gli insulti tra Trump e Kim
Nuovi test e guerra d'offese tra Pyongyang e Usa

Altro che disgelo, ricomincian gli insulti tra Trump e Kim

La "risorsa" che aveva dirottato un bus: "Colpa di Salvini"
ormai è diventato il ritornello dei buonisti...

La "risorsa" che aveva dirottato un bus: "Colpa di Salvini"

Altro che disgelo, ricomincian gli insulti tra Trump e Kim
Nuovi test e guerra d'offese tra Pyongyang e Usa

Altro che disgelo, ricomincian gli insulti tra Trump e Kim

USA: veterano di Pearl Harbor sepolto in nave affondata
l'ultimo di 44 sopravvissuti dell'Arizona

USA: veterano di Pearl Harbor sepolto in nave affondata


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU