soccorso in mare

Chi c'è dietro le Ong? Siamo andati a vedere ed abbiamo scoperto che...

Al di là del lavoro meritorio che molte compiono, alcune hanno tra soci o finanziatori alcuni personaggi controversi (o quando meno interessati) dello scacchiere mondiale

Redazione
Chi c'è dietro le Ong? Siamo andati a vedere ed abbiamo scoperto che...

Foto ANSA

Chi c'è dietro le Ong che in questi giorni fanno così tanto parlare di sé? La più grande e fra le più meritevoli è Medici Senza Frontiere, non a caso giustamente definita "un gigante del salvataggio". Associazione altamente meritoria, che per ironia della sorte vede tra i suoi fondatori il medico francese Bernard Kouchner (poi allontanato). Vale a dire il politico che nel 2007 fu nominato ministro degli Affari Esteri da Nicolas Sarkozy, ovvero di quel governo che poi bombardò Muhammad Gheddafi e che ha trasformato la Libia nel porto senza regole da cui oggi partono i barconi carichi di immigrati.


Giustizia poetica, si dice in questi casi. Per tacer del fatto che tra i suoi generosi fondatori vi sia quella Open Society Foundation di George Soros, il magnate ungherese alfiere delle frontiere aperte. Lavorare per lui conviene. Marine Buissonnière, per 12 anni dipendente Msf, diventò direttrice del programma per la Sanità pubblica di Soros, prima di tornare ad essere di nuovo consulente per le migrazioni della Ong.


Finanziata da Soros è anche Save The Children, mentre SOS Mediterranée, Ong italo-franco-tedesca voluta dall’ex ammiraglio Klaus Vogel, ha tra i soci fondatori compare il Cospe, una Onlus italiana dedita all'immigrazione e che (oltre a fondi pubblici) ha ricevuto 46mila euro dalla solita Open Society di Soros. Il caso più curioso è però quello della Migrant Offshore Aid Station, associazione maltese fondata nel 2013 da due imprenditori italo-americani, Christopher e Regina Catambrone, diventati milionari grazie alla Tangiers Group, agenzia assicurativa specializzata in “assistenza nelle emergenze e servizi di intelligence”.


Tra i vari (e ricchi) partner, ha ricevuto 500mila euro da Avaaz.org, cioè la società riconducibile a Moveon.org, che a sua volta fa capo all'onnipresente George Soros. Christopher appare tra i finanziatori (416mila dollari) di Hillary Clinton durante l’ultima catastrofica campagna elettorale; è amico di Robert Young Pelton, proprietario di un’azienda (Dpx) che vende coltelli da guerra in Afghanista, Somalia, Iraq e Birmania e di Ian Ruggier, l'ex ufficiale maltese famoso per aver represso con la violenza le proteste dei migranti ospitati sull’isola. Insomma, parrebbe che per qualcuno salvare i migranti in mare sia un modo per pulirsi la coscienza...

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Macron fa dietrofront: ecco le scuse agli italiani
La telefonata chiarificatrice col premier Conte

Macron fa dietrofront: ecco le scuse agli italiani


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU