"Voglio fare jihad"

"Combatterò per l'Isis e farò una strage": 50enne tunisino in carcere in Francia

"Voglio andare a Nizza e finire il lavoro". Era già stato condannato venticinque volte per i reati di furto, violenza, violenza sessuale e minacce di morte

Redazione
"Combatterò per l'Isis e farò una strage": tunisino in carcere a Valencia

"Voglio combattere a fianco dell'Isis e fare una strage. Voglio andare a Nizza e finire il lavoro, voglio fare jihad": queste frasi sono costate sei mesi di prigione e un divieto di accesso al territorio francese per tre anni al tunisino Akremi Fathi, condannato giovedì dal tribunale penale di Valence per "apologia del terrorismo". Le frasi sono state pronunciate martedì al pronto soccorso dell'ospedale della città francese, dove l'uomo era stato portato dopo essere sceso da un treno sul quale, completamente ubriaco, aveva infastidito i passeggeri. Già cinque giorni dopo l'attentato a Nizza del 14 luglio aveva pronunciato parole simili, ed era stato condannato.

Il tunisino, cinquantenne, non era quindi alle sue prime minacce, così come non si trattava del suo primo incontro con i giudici: era già stato condannato ben venticinque volte per diversi reati: furto, violenza, violenza sessuale e minacce di morte. Le sue dichiarazioni all'ospedale di Valence sembrano essere molto simili a quelle che aveva fatto il 19 luglio, commentando in modo agghiacciante la strage di Nizza, appena cinque giorni dopo il terribile attacco sulla Promenade des Anglais. Per quelle frasi era già stato condannato da un tribunale delle Alpi Marittime.

Giovedì l'uomo ha negato le accuse contro di lui, e ha cercato di minimizzare dando la colpa all'abuso di alcool: "Forse ho detto qualcosa di diverso da ciò che intendevo, probabilmente cercavo di chiedere aiuto ma mi sono uscite le parole sbagliate" ha sostenuto. Ponendo l'accento sulla gravità e la reiterazione delle affermazioni, Julia Nicolas, che rappresentava l'accusa, ha chiesto una pena di un anno di carcere e un divieto permanente di ingresso nel territorio francese. Fathi Akremi è stato infine condannato a sei mesi di carcere e tre anni di divieto dal territorio francese.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Qualcuno salvi Spelacchio!
50mila euro dei contribuenti buttati al vento

Qualcuno salvi Spelacchio!

L'immigrazione divide l'Unione europea: duro scontro fra la Merkel e Donald Tusk
Orbán: 30 milioni di euro per proteggere le frontiere Ue

L'immigrazione divide l'Unione europea: duro scontro fra la Merkel e Donald Tusk


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU