Grane a 5 stelle

Roma, dov'è la "pulizia"? I grillini sono nella bufera ma non mollano la poltrona

Fatti dimettere il vicesindaco, Daniele Frongia, e il capo della segreteria, Salvatore Romeo. Beppe Grillo: "Avanti con Virginia Raggi sindaco del M5S"

Redazione
Roma, dov'è la "pulizia"? I Grillini nella bufera non mollano la poltrona

Composizione da foto ANSA

"Al termine delle ultime due riunioni di maggioranza, in cui erano presenti i consiglieri comunali, alcuni assessori e i presidenti dei Municipi del M5s, e dopo un confronto con il garante Beppe Grillo abbiamo stabilito di dare un segno di cambiamento". Così il sindaco di Roma nella bufera, Virginia Raggi, al termine della riunione di sabato sera. "Daniele Frongia - ha proseguito - ha deciso di rinunciare al ruolo di vicesindaco mantenendo le deleghe alle Politiche giovanili e allo Sport. Contestualmente Salvatore Romeo ha deciso di dimettersi dall'incarico di capo della Segreteria politica. Al contempo a breve avvieremo una nuova due diligence su tutti gli atti già varati".

Sono state quindi accolte le imposizioni di Beppe Grillo, che aveva ordinato alla prima cittadina di far fuori i suoi due fedelissimi per cercare di mettere una pezza ad un disastro che potrebbe causare una perdita verticale dei consensi verso il partito pentastellato. "Roma va avanti con Virginia Raggi sindaco del MoVimento 5 Stelle" ha annunciato il comico genovese in un post sul blog, confermando la fiducia al sindaco capitolina nonostante l'arresto di Raffaele Marra. Dentro e fuori il Movimento si sono alzate diverse voci critiche verso questa decisione, vista come un modo per cercare a tutti i costi di mantenere il potere, senza mollare la poltrona.

Nonostante la "pulizia" più volte invocata in casi simili contro gli avversari politici sia dallo stesso leader che da altri esponenti pentastellati, pare che sulla coerenza abbia prevalso la paura di non poter più conquistare una seconda volta il Campidoglio. Davide Casaleggio e Beppe Grillo erano già pronti a prendere le distanze da Virginia Raggi, sospendendo o pretendendo l'autosospensione del sindaco con un post già pronto e solo da pubblicare sul blog pentastellato. Alla fine la decisione è stata quella di tentare di chiuderla a tarallucci e vino, anche se il probabile sviluppo dell'inchiesta potrebbe a breve rimescolare di nuovo tutte le carte.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Qualcuno salvi Spelacchio!
50mila euro dei contribuenti buttati al vento

Qualcuno salvi Spelacchio!

Qualcuno salvi Spelacchio!
50mila euro dei contribuenti buttati al vento

Qualcuno salvi Spelacchio!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU