PARENTOPOLI

Il fratello di Alfano: 200mila euro l'anno e mai un documento firmato

Dopo quattro anni di lavoro, il fratello dell'attuale Ministro degli Esteri, finito nel mirino della Procura, detiene un singolare record

Redazione
Il fratello di Alfano: 200mila euro l'anno e mai un documento firmato

Alessandro Alfano (laurea triennale in Economia conseguita a 34 anni) è stato assunto in Poste nel settembre 2013 in piena era Sarmi: ingresso in Postecom per poi transitare nel 2015 in Poste Tributi. Infine è approdato nella controllante Poste Italiane. Successivamente è finito nelle carte dell'inchiesta Labirinto della procura di Roma su appalti e nomine pubbliche sospette. Peccato che in quattro anni da dirigente, e con un maxi stipendio da 200mila euro l'anno sia riuscito nell'incredibile impresa, di non firmare mai un documento.


Come riportato da Repubblica i dubbi riguardano anche le modalità di assunzione del fratello del Ministro, intatti l'ex amministratore delegato Massimo Sarmi, sentito nel febbraio scorso a sommarie informazioni dai finanzieri, avrebbe mentito: "Sapeva che Alessandro Alfano era il fratello del ministro?", gli chiede la finanza. "No, non mi sembra che all’epoca si era preso in considerazione questo legame", risponde Sarmi.


A sbugiardarlo ci pensa il suo stesso braccio destro in Poste, Claudio Picucci. "Lei aveva informato Sarmi che Alessandro era il fratello del ministro?", domandano gli investigatori. "Sicuramente sì, anche perché il nome era altisonante", afferma Picucci. "E chi aveva presentato il cv di Alessandro Alfano?", incalzano gli inquirenti. "Ritengo (l’allora) ad di Poste, Sarmi". "Di sua iniziativa, precisa Picucci, (Sarmi) mi inviò il curriculum non per soddisfare un’esigenza immediata, ma per tenerlo in considerazione nel caso in cui fossero emerse necessità".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Gli immigrati appena sbarcati si pappano anche il bonus bebè
Avanti, in Italia ci sono soldi per tutti

Gli immigrati appena sbarcati si pappano anche il bonus bebè


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU