Tutti con Gratteri, un fiume di persone a Catanzaro per il procuratore

Il Sud reagisce: “Gratteri non si tocca!”

Diverse migliaia di persone stamattina alla manifestazione a sostegno del procuratore Nicola Gratteri e di tutta la Procura e per dire basta alla presenza inquinante delle organizzazioni criminali dai palazzi del potere. Giunti da ogni parte della Calabria e non solo, hanno esposto manifesti e striscioni in solidarietà al magistrato che lotta contro la ‘ndrangheta e che, fra molti silenzi, sta conducendo una imponente indagine con oltre 330 arresti

Giuseppe Brienza
Il Sud reagisce: “Gratteri non si tocca!”

Il magistrato Nicola Gratteri, dal 2016 Procuratore della Repubblica di Catanzaro

Piazza gremita stamattina a Catanzaro per il procuratore della Repubblica Nicola Gratteri. In migliaia si sono radunati nella piazza antistante il palazzo di giustizia per l’iniziativa promossa dal “Comitato spontaneo di prossimità”, dopo le accuse lanciate al magistrato per l’operazione Rinascita Scott che ha condotto ad oltre 300 arresti nelle scorse settimane.

Tante anche le famiglie presenti, assieme alle associazioni di categoria e di volontariato. Pochi invece i gonfaloni dei Comuni e i sindaci, alcuni dei quali presenti comunque con la fascia tricolore. Quella di questa mattina è stata comunque anzitutto una manifestazione civica, senza colori politici o appartenenze (cartelli/striscioni recanti simboli di partito non sono stati ammessi), destinata a unire tutti attorno alla Procura e alle Forze dell’Ordine.

Alle migliaia di persone intervenute, in particolare allo scrittore Pino Aprile, promotore della manifestazione, è arrivato il messaggio di Gratteri, che ha detto: “In Calabria, e non solo, stiamo vivendo un periodo in cui la gente è disorientata e non sa più a chi rivolgersi e in chi avere fiducia. Auguriamoci che il risveglio delle coscienze porti tutte le agenzie educative a lavorare, con maggiore impegno, per promuovere una nuova cultura che, tra l’altro, abbia il coraggio di denunciare il male e riportare fiducia in tutte le Istituzioni”. 

La vostra presenza indica sete di giustizia sentita e non gridata o sbandierata. È solidarietà testimoniata anche con la presenza fisica. Io l’accolgo – ha aggiunto il Procuratore capo di Catanzaro – e ringrazio perché so che questa presenza è rivolta non tanto a chi è più visibile nei mass media quanto alla nostra squadra che lavora, con competenza e sacrificio, in silenzio e lontano da fotocamere o cineprese, in modo quasi per nulla appariscente e solo con l’intento di fare il proprio dovere. Io, senza questa squadra, potrei fare ben poco. Ringrazio tutti, a nome della squadra, per la solidarietà testimoniata con la vostra presenza”.

Al corteo, che è partito alle ore 11 da piazza Matteotti, è giunta la benedizione di un sacerdote che rischia ogni giorno la vita nella terra dei fuochi in Campania, Don Maurizio Patriciello. Nel suo intervento il parroco di Caivano (Napoli) ha chiesto contro le mafie di “chiamare a raccolta i buoni, tutte le persone oneste ovunque esse siano”, concludendo con una provocazione: "ho visto tanti mafiosi pentiti ma ancora non ho visto un politico pentito!".

Hanno parlato dalla piazza anche dei testimoni di giustizia come Pino Masciari e Rocco Mangiardi, due piccoli imprenditori in rappresentanza dei tanti che, pagando prezzi altissimi, hanno scelto di non piegarsi alla ‘ndrangheta, denunciando i criminali e collaborando con le Istituzioni. Intervenuto infine il professor Giancarlo Costabile, un ricercatore universitario che ha sviluppato l'originale e seguitissimo corso di Pedagogia della Resistenza antimafia all'università della Calabria. Il docente, che insegna Storia dell'Educazione alla democrazia e alla legalità presso il Dipartimento di Lingue e Scienze dell'Educazione, ha raccontato come i suoi studenti s'impegnano a tradurre gli insegnamenti appresi nella pratica della vita quotidiana e sociale, avendo realizzato pure dei gemellaggi con alcune associazioni di Scampia, nella periferia di Napoli.

Tante sono state le manifestazioni “Tutti con Gratteri” convocate questa mattina alla stessa ora, con le stesse modalità e, naturalmente, per le stessa ragioni: da Torino a Udine, da Catania a Reggio Calabria. Sabato prossimo 25 gennaio l’appuntamento clou a Roma.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

La foto della vergogna: i centri sociali contro gli alpini
fotonotizia / quando la storia non insegna nulla ai giovani

La foto della vergogna: i centri sociali contro gli alpini

Salvini a testa in giù. E la Sinistra tace
la stampa tedesca fa proprio il linguaggio delle zecche rosse

Salvini a testa in giù. E la Sinistra tace

Milano in isolamento? Queste foto smascherano i furbetti
bastoni: “Nessun controllo alimenta trasgressioni ordinanze”

Coronavirus, Milano deserta. Ma di pattuglie

Satira e coronavirus...
per cercare di non impazzire

Satira e coronavirus...

Giornalista USA cerca di cogliere in fallo Putin, ma...
andarono per suonare e furono suonati

Giornalista USA cerca di cogliere in fallo Putin, ma...

Milano in isolamento? Queste foto smascherano i furbetti
bastoni: “Nessun controllo alimenta trasgressioni ordinanze”

Coronavirus, Milano deserta. Ma di pattuglie

Ngopp u cazz...E vince corona (virus)
se un merlo ha più buon senso degli italiani...

Ngopp u cazz...E vince corona (virus)

Fotonotizia / Coronavirus, se esultano i kompagni
lo striscione in una villa occupata a milano via litta modignani

Fotonotizia / Coronavirus, se esultano i kompagni

Metrò piena a Milano, esplode la polemica
altro che un metro di distanza...

Metrò piena a Milano, esplode la polemica


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU