SALVATI IN 2500 NELLE ULTIME 24 ORE

Migranti, Minniti: "Chi li salva non li porti soltanto in Italia"

"Almeno una volta scelgano un porto di un altro paese europeo. Questo non risolverebbe i miei problemi, ma il ministro dell'Interno si sentirebbe meno solo", ha aggiunto Minniti

Fabio Cantarella
Migranti: Marco Minniti, "chi li salva non li porti soltanto in Italia"

Foto ANSA

Chi opera nel Mediterraneo per salvare vite fa un "lavoro preziosissimo", ma le navi potrebbero portare i migranti in un altro Paese europeo e non solo in Italia. Così il ministro dell'Interno, Marco Minniti, in una giornata che vede proseguire gli interventi di soccorso in mare: oggi altre 800 persone sono state recuperate su sei gommoni in difficoltà da mezzi della Guardia costiera e di Save the children. Il bilancio delle ultime 24 ore è di 2.500 salvati. Minniti è intervenuto a 'La Repubblica delle Idee', rispondendo ad una domanda sulle polemiche riguardo ai salvataggi delle navi delle ong.


"Bisogna - ha osservato - essere molto prudenti, non generalizzare o cedere a giudizi sommari. Una grande democrazia rispetta le indagini in corso e le sostiene, aspetta che le indagini finiscano nel rispetto rigoroso degli atti". Il ministro ha poi allargato il campo. "E' importante - ha premesso - il salvataggio delle vite: di fronte a questo non c'e' niente che tiene e l'Italia ha dimostrato quanto questo sia un principio irrinunciabile. Tuttavia - ha aggiunto - dopo aver salvato in mare il migrante, per evitare fraintendimenti, poi lo accolgo. L'Italia su questo ha salvato l'onore dell'Europa e sarei ancora più orgoglioso se una sola delle navi - battente bandiera francese, o inglese o spagnola - anziché portare i migranti solo in Italia li portasse almeno per una volta in un altro grande porto europeo. Questo non risolverebbe i miei problemi, ma il ministro dell'Interno si sentirebbe meno solo".


E di problemi il Viminale ne ha non pochi su questo fronte. Gli arrivi via mare nel 2017 viaggiano verso quota 70mila, con un consistente aumento rispetto al 2016, anno record che alla fine fece registrare 181mila sbarchi. Le persone in accoglienza sono circa 200mila ed i prefetti hanno sempre più difficoltà ad individuare strutture per l'ospitalità, soprattutto quando i sindaci non collaborano. E in giorni di elezioni comunali e ballottaggi le posizioni di chiusura sono spesso esasperate dalla polemica politica. Ma oltre alle tensioni sul fronte interno, Minniti guarda anche a Bruxelles. Da qui l'appello agli altri Paesi europei di dare una mano sul fronte dell'accoglienza. Cosi' come avvenuto sul fronte dei ricollocamenti (finora solo 6.500 richiedenti asilo trasferiti dall'Italia rispetto ai 450mila previsti dal piano Juncker), l'eventuale negoziato non sembra tuttavia avere strada facile.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU