Terrore in riviera

Massacrata e stuprata in un'ex colonia di Riccione da due clandestini marocchini

Notte da incubo per una donna riminese sequestrata dai nordafricani: mandibola fratturata, dopo dodici ore riesce a liberarsi e chiedere aiuto

Redazione
Massacrata e stuprata da due clandestini a Riccione

Carabinbieri davanti all'ex colonia "Casa del Bimbo". Da giornalesm.com

Nella notte a cavallo tra giovedì 14 e venerdì luglio una donna riminese di mezza età, senza fissa dimora, ha cercato riparo all'interno di una delle tante colonie abbandonate del territorio: la ex Casa del Bimbo, in zona Marano a Riccione. Tra gli altri senzatetto, erano presenti in quel luogo anche due ragazzi marocchini, uno di 21 e l'altro di 19 anni, che si sono scagliati contro di lei e l'hanno trascinata dentro una stanza. A nulla sono servite le urla e il tentativo di liberarsi della riminese, che in risposta ha ricevuto dai due una serie di calci e di pugni. Diversi i colpi anche sul volto, uno dei quali le ha fratturato la mandibola. Dopo averla immobilizzata e pestata in modo selvaggio, i due nordafricani hanno abusato sessualmente della malcapitata.

L'incubo era però appena all'inizio infatti il 19enne, clandestino incensurato, a quel punto ha bloccato la porta della stanza spostandosi poi verso la donna, per tenerla ferma quando ha tentato di reagire mentre l'altro, il 21enne, anche lui clandestino ma con numerosi precedenti, la stuprava a lungo dentro la colonia abbandonata. Il dramma è proseguito per ore finché i due ragazzi hanno deciso di dileguarsi, non prima però di rubare alla riminese il telefono cellulare e di sequestrarla dentro la stanza, chiudendo la porta con un legaccio. Lei è restata lì per alcune ore, temendo che i suoi aggressori potessero tornare, e non riusciva ad uscire dopo le botte ricevute e la violenza subita. Solo attorno alle 15 ha trovato la forza per sfondare la porta e raggiungere la strada, dove sfinita ha chiesto aiuto ai passanti ed è crollata. Sul posto è arrivata l'ambulanza del 118 e una volta portata all'ospedale Ceccarini è scattata anche la segnalazione ai carabinieri: i medici hanno confermato la violenza sessuale. I militari dell'Arma, a quel punto, hanno fatto irruzione nella colonia Casa del Bimbo e lì, al piano sopra la stanza dove si è consumata la violenza e il pestaggio, hanno trovato i due marocchini.

Alla donna, in ospedale, i carabinieri avevano mostrato prima del blitz una serie di foto segnaletiche di persone che due giorni prima erano state identificate durante la serie di controlli proprio all'interno delle colonie abbandonate. La riminese ha riconosciuto i due marocchini, che sono stati quindi facilmente rintracciati: non se ne erano andati, erano fermi nei loro giacigli - dove è stato trovato anche un coltello - forse certi che la donna non avrebbe avuto la forza di denunciarli. I due sono stati sottoposti a fermo per violenza sessuale, sequestro di persona e rapina, mentre è scattata la denuncia per lesioni e porto abusivo d'arma. La donna è stata trasportata all'ospedale Infermi dove è stata sottoposta a cure e a una visita maxillofacciale e dove potrebbe essere sottoposta a un intervento chirurgico.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Matite indelebili, a Rivarolo parte la denuncia


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU