scempio a Villavallelonga de L'Aquila

Sentiero asfaltato nel Parco d'Abruzzo. Ambientalisti sul piede di guerra

Rabbia per gli invasivi lavori i di manutenzione di un tratto di strada sterrata nel cuore dell'area protetta, in "uno dei luoghi simbolo dell'Orso bruno marsicano"

Alfredo Lissoni
Sentiero asfaltato nel Parco d'Abruzzo. Ambientalisti sul piede di guerra

Foto ANSA

"Un terribile sfregio a un santuario della natura mondiale, regno di lupi e orsi; è come aver segnato con un pennarello nero la Primavera di Botticelli. Bisogna fermare tutti gli interventi che stanno andando avanti. Da decenni non si vedeva un attacco di simili proporzioni alla natura e al paesaggio del più famoso parco italiano". Così Forum H2o, Stazione Ornitologica Abruzzese e Nuovo Senso Civico denunciano come "un nastro d'asfalto di chilometri deturpa un santuario della natura nel Parco nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise".

La protesta degli ambientalisti riguarda i lavori di manutenzione e asfaltatura di un tratto di strada sterrata che attraversa i Prati d'Angro, fino alla Fonte dell'Aceretta, a Villavallelonga (L'Aquila), nel cuore dell'area protetta, in "uno dei luoghi simbolo dell'Orso bruno marsicano", tra l'altro sito della rete Natura2000. Lavori che potrebbero mettere a rischio i progetti comunitari di tutela dell'orso. Dopo le migliaia di condivisioni sui social per l'unica immagine inizialmente diffusa, ora le associazioni divulgano fotografie e video dello "scempio".


"Istantanee", dicono, "che fanno letteralmente stringere il cuore: le pietre della Fontana dell'Aceretta coperte maldestramente dal catrame; i boschi attraversati da un serpentone nero; i prati che sono sovrastati dal colore del bitume. Un paesaggio pastorale e montano preziosissimo trasformato irrimediabilmente quasi fosse un sobborgo di una città, usando un derivato del petrolio che è l'esatto opposto di quello che ci dovrebbe essere in mezzo alla natura. Non abbiamo fermato Ombrina mare e il suo catrame per ritrovarcelo spalmato sui prati delle nostre montagne". "Da tutta Italia", sottolineano gli ambientalisti, "i cittadini indignati  reclamano il blocco immediato dei lavori su tutta la strada, il ripristino della strada sterrata che è stata coperta dal bitume per  chilometri, che chi ha autorizzato paghi per la scelta folle di asfaltare con mezzo milione di euro di fondi pubblici una strada sterrata che andava chiusa per legge".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Vogliamo fare i poliziotti"
Parla Massimiliano Pirola, esponente del SAP di Milano

Tutele zero per noi poliziotti

Si finge medico, abusa di una donna
a PORTO SANT'ELPIDIO nelle marche

Si finge medico, abusa di una donna

Milano: senzatetto tra paura e gelo
Milano: senzatetto sempre più a rischio aggressioni in balia di notti gelide

Senzatetto: "Dormitori sporchi, meglio la strada anche se abbiamo paura"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU