Adozione del figlio del partner

Il Tribunale dei minori di Bologna apre alla stepchild adoption

Una coppia omosessuale potrà rivolgersi all'ufficiale dello Stato civile e, in caso di rifiuto, alla Corte d'Appello competente

Alessio Colzani
Il Tribunale dei minori di Bologna apre alla stepchild adoption

Un'immagine del Gay Pride 2012 in Sardegna. Foto ANSA

Il Tribunale dei minori di Bologna ha dichiarato inammissibile il ricorso di due donne sposate negli Usa, Eleonora Beck e Liz Joffe, per il riconoscimento dell'adozione da parte di una della figlia dell'altra, disposta da un tribunale dell'Oregon, aprendo però una nuova strada all'adozione del figlio del partner. Le due - che volevano un riconoscimento giuridico, non solo amministrativo - dovranno rivolgersi direttamente all'ufficiale dello Stato civile per trascrivere il loro provvedimento e, in caso di rifiuto, bussare alla Corte d'Appello competente. A novembre 2014 il Tribunale dei minori aveva chiesto alla Corte Costituzionale di valutare la natura discriminatoria o no delle norme che impediscono in Italia il riconoscimento della co-genitorialità in famiglie omosessuali. La Consulta ha restituito gli atti al tribunale, ritenendo che non potesse giudicare su quella controversia.

Il Tribunale dei minori, vista l'evoluzione della giurisprudenza, ha rigettato il ricorso ma aggiungendo anche "in virtù dei rilievi svolti dalla Consulta ai quali, per autorevolezza, questo giudice intende dar seguito", che le due donne che volevano il riconoscimento giuridico da un giudice, potranno ora rivolgersi all'ufficiale di Stato civile per trascrivere l'adozione. Richiesta che prima sarebbe stata rigettata, mentre ora con la sentenza che indica questa via c'è una possibilità. La vicenda era passata dalla Corte Costituzionale portandosi dietro diverse polemiche: il presidente della Consulta, Paolo Grossi, aveva infatti fortemente criticato il presidente del Tribunale di Bologna Giuseppe Spadaro per il ricorso; le critiche avevano destato le reazioni della magistratura, perché ritenute da alcuni "fuori luogo e inadeguate". Per il legale della coppia, avvocato Claudio Pezzi, "questo astruso percorso processuale così ora interpretato apre la possibilità di introdurre la domanda all'ufficiale di Stato civile con buona probabilità di essere accolta".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Salvini espelle Anila, reclutava donne per l'Isis
Spinse Fatima in Siria: "A Parigi fatto bene, Allah li protegga"

Salvini espelle Anila, reclutava donne per l'Isis

Da quando c'è Salvini, -90000 sbarchi!
Da quando c'è Salvini, -90.000 sbarchi!

Ecco l'uomo che ha fermato le Ong

Belluno, i vigili fermano il carro funebre con la salma
inflessibili. sconcerto parenti defunto

Belluno, i vigili fermano il carro funebre con la salma

Ce le siamo rotte della Ue!
italexit? il 66% degli italiani dice sì

Ce le siamo rotte della Ue!

Belluno, i vigili fermano il carro funebre con la salma
inflessibili. sconcerto parenti defunto

Belluno, i vigili fermano il carro funebre con la salma

Lasciava figlio da solo, condannata madre scriteriata
Il piccolo stava sul balcone a parlare con vicini

Lasciava figlio da solo, condannata madre scriteriata


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU