la bufala dell'anno

Bergoglio se ne va? Per gli svizzeri, dimissioni a fine anno

In occasione dei suoi ottant'anni Francesco potrebbe lasciare. La notizia, fuoriuscita da ambienti protestanti, sa tanto di panzana trash...

Alfredo Lissoni
Bergoglio se ne va? Per gli svizzeri, dimissioni a fine anno

Foto NCRegister.com

Il Papa lascia? E chi ci crede? Lo scoop arriva da un giornale svizzero, Tages-Anzeiger ed è firmato Michael Meier. Che si dice convinto che entro l'anno Bergoglio potrebbe lasciare il soglio pontificio. Le prove? Il fatto che papa Francesco abbia disdetto alcuni dei più importanti appuntamenti esteri di fine anno. Alla fine di febbraio ha incontrato il presidente argentino Mauricio Macri. In molti si aspettavano da quest'ultimo, dopo l'udienza, l'annuncio che il Santo Padre avrebbe visitato Buenos Aires, l'anno prossimo.


Ed invece, scrive Meier, il presidente ha solo “dichiarato in modo vago l'intenzione di Francesco di rivedere la sua patria il più presto possibile”. Tutto qui? Come prova non è gran che. Per questo il reporter tedesco cita un secondo episodio: l'invito – declinato – ad essere presenti alle celebrazioni per la Riforma protestante a Wittenberg nel 2017. Si dirà che il capo spirituale dei cattolici ci azzecchi poco con i protestanti. Solo che, fa notare Meier, Bergoglio avrebbe invece accettato un analogo invito con i protestanti svedesi a Lund. Il 31 ottobre di quest'anno. Come dire che dall'anno prossimo dovremo aspettarci un nuovo conclave.

Lo stesso Bergoglio, fa notare Meier, aveva messo in conto un pontificato breve, da quattro a cinque anni o forse meno e lo aveva detto in un'intervista alla tv messicana. Per il cronista queste sarebbero le prove che il Papa stia per lasciare e ritiene che il “rifiuto” potrebbe essere annunciato “alla chiusura dell'anno santo, il 20 novembre, in occasione del suo ottantesimo compleanno”.

Il che, se fosse vero, significherebbe che a breve ci troveremmo con due papi emeriti o tre pontefici. Non s'era mai visto, nella storia della Chiesa. Inutile dire che dalle stanze vaticane non arriva alcuna conferma (ma neanche alcuna smentita) alla notizia, che a noi sembra tanto, a proprio tanto una bufala. Se di scherzo si tratta, come pensiamo, c'è comunque chi ha abboccato. Come la rivista religiosa Voce Evangelica, protestante, che alla notizia ha dato risalto, nonché diversi siti web sia cattolici che valdesi. “È per questo che procede a un ritmo così spedito?”, si sono chiesti i redattori della rivista. “La sua agenda è piena di sinodi sulla famiglia, discorsi di fronte al Congresso degli Stati Uniti e all'Europarlamento, viaggi all'estero, prediche, visite a sinagoghe, moschee e carceri, canonizzazioni e riforme della curia. C'è dentro di gran lunga tutto ciò che costituisce un pontificato”.


Per la verità la notizia delle dimissioni pontificie gira già dall'anno scorso, quando monsignor Luigi Bettazzi, vescovo emerito di Ivrea, aveva previsto una simile possibilità e ne aveva parlato alla trasmissione di Rai Radio2 “Un giorno da pecora”. Che come è noto, però, è un programma satirico...

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Nel mondo islamico furoreggia il porno
I video in rete vanno a ruba

Nel mondo islamico furoreggia il porno


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU