Intervista a Repubblica

Milano, il sindaco PD Sala: "No ai blitz, giù i muri, marciamo per l'accoglienza"

Secondo il primo cittadino dem "mettere in relazione diretta l'immigrazione con la sicurezza è sbagliato" e torna a criticare l'operazione di Polizia in stazione

Redazione
Milano, il sindaco PD Sala: "No ai blitz, giù i muri, marciamo per l'accoglienza"

Foto ANSA

"Ho condiviso con il questore Cardona la necessità di concordare le modalità con cui intervenire in futuro, tenendo conto delle nostre politiche di accoglienza e della sensibilità di questa città. È quella di sabato prossimo la vera fotografia di Milano, non quella della Centrale: su questo non ho dubbi. Mi auguro che d'ora in poi, pur sapendo che la sicurezza è un tema importantissimo, si trovino formule condivise per gestire i controlli". Lo ha affermato in un'intervista pubblicata giovedì da Repubblica, il sindaco PD di Milano Giuseppe Sala, tornando a criticare il blitz della Polizia in Stazione Centrale che ha portato all'identificazione e all'espulsione di numerosi immigrati: "Giù i muri, serve una vera integrazione".

"La sicurezza di sinistra - ha affermato Sala - è quella che non si vergogna di chiedere più militari, come ho fatto io, ma allo stesso tempo si sforza di gestire con realismo i problemi. Mettere in relazione diretta l'immigrazione con la sicurezza è sbagliato, ma aggiungo, e lo dico proprio a chi specula su questi temi, che la sicurezza aumenta anche se, dopo la prima accoglienza, c'è vera integrazione". "Per farlo - ha aggiunto - serve prima di tutto accorciare i tempi per la definizione dello status dei rifugiati. Ne sto parlando con il ministro Marco Minniti: non si possono aspettare due o tre anni per vederselo riconoscere, perché nessuno si può integrare se, in un certo senso, non esiste". Alla domanda se userà lo strumento del Daspo urbano, Sala ha risposto: "Di fatto manca ancora il decreto attuativo, ma è evidente che la responsabilità sarà soprattutto in carico alla questura. Noi possiamo agire solo su reati minori e per un tempo molto limitato".

"Sabato saremo tutti per strada, a Milano, e spero davvero ci sia tanta gente. Dal giorno dopo, però, riprenderemo a fare quello che facciamo ogni giorno: lavorare affinché ci sia una vera integrazione, e non solo una generica accoglienza". Così il sindaco ha confermato la propria presenza alla marcia "Milano senza muri" organizzata per il 20 maggio dal Comune del capoluogo lombardo. "Ci saranno tante persone, tanti milanesi, che pensano che sia giusto esserci. Come mia madre, che ha 86 anni: si è affidata alla sua coscienza e mi ha detto che camminerà con me", ha aggiunto il buonista Sala sponsorizzando la sfilata di sabato per le strade di Milano. "Condivido totalmente l'idea che sia necessario e giusto accogliere, non costruire muri. Ma penso che, oltre a farci sentire con i nostri governi, come sindaci dobbiamo provare ad individuare soluzioni concrete", ha concluso.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini
sequestrata e nascosta in uno scantinato

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU