Verso il voto dell'8 giugno

Gran Bretagna, nel programma della May c'è il taglio agli ingressi degli immigrati

La premier uscente conferma il tetto dei 100mila all'anno. Prevista anche l'eliminazione dei benefit ai pensionati per finanziare l'assistenza pubblica

Redazione
Gran Bretagna, nel programma della May c'è il taglio agli ingressi di immigrati

Foto ANSA

Un manifesto elettorale dai toni decisamente duri è quello che Theresa May ha lanciato giovedì in vista del voto dell'8 giugno. Viene di fatto confermata la hard Brexit voluta dalla premier conservatrice con la fine della libera circolazione e la promessa di tagliare gli ingressi di immigrati nel Regno Unito al di sotto dei 100mila all'anno, un obiettivo che però non è mai stato rispettato nei sette anni precedenti di governi Tory. L'altro argomento dominante è quello sociale, già al centro dei programmi di laburisti e libdem.

Proposta l'eliminazione di diversi benefit rivolti ai pensionati per finanziare qualche promesso intervento di assistenza pubblica. La May assicura di voler continuare a mettere ordine nel sistema del welfare creato dai laburisti facendo però di fatto calare la scure e riorganizzando le regole per gli anziani. Subito sono iniziate le polemiche sulla stampa del Regno: il Guardian e il Times hanno sottolineato che le misure proposte potrebbero in effetti finire per colpire in modo pesante migliaia di pensionati della middle class.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Mattanza di New York, i video dei passanti


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU