pandemia e polemiche inarrestabili

De Caro: "I Governatori strillano ma toccherà ai sindaci controllare"

Il sindaco di Bari: "In questa fase il vaccino siamo noi con i nostri comportamenti. Ma chi sbaglia, chiude. E chi fa feste in casa verrà multato"

Redazione
De Caro: "I Governatori strillano ma toccherà ai sindaci controllare"

"In questa guerra quotidiana tra Regioni e governo chi ci va di mezzo sono i Comuni. Quando dovrò valutare gli effetti delle riaperture, controllare che sia tutto fatto in ordine, sanzionare chi non è in regola, intervenire su chi protesta, convincere chi si ribella, ecco, non potrò dire questo è scritto nel decreto o nell'ordinanza. Dovrò metterci la faccia io. Io come tutti i sindaci italiani". Lo afferma Antonio Decaro, sindaco di Bari e presidente dell'Anci in un'intervista al quotidiano Repubblica.

"I sindaci sono ancora e sempre le autorità sanitarie cittadine. Ma non hanno messo bocca nel piano pandemico per evitare di creare il caos. - sottolinea Decaro - Ci siamo fatti sentire, moltissime nostre richieste sono state accolte ma i sindaci hanno fatto una cosa che nessun altro ha fatto e ho la sensazione che in pochi la percepiscano: abbiamo rinunciato al nostro potere d'ordinanza. Vi sembra poco? Qui tutti parlano di guerra civile per 20 Regioni che hanno voluto e vogliono dire la loro. Posso comprenderle, è nella loro autonomia, anche se i toni a volte non li ho capiti. Possiamo immaginare che cosa sarebbe successo in Italia se ogni sindaco avesse fatto un'ordinanza per il suo Comune? La legge ce lo consentiva. Se abbiamo deciso diversamente è stato solo per salvare lo Stato, sì voglio usare una parola grossa, abbiamo salvato l'unità dello Stato''.

"Gli agenti della polizia municipale stanno facendo controlli a raffica, gli assembramenti soprattutto di ragazzi sono intollerabili, perché sono i più pericolosi. Il mancato uso della mascherina nei luoghi al chiuso è un attacco alla salute pubblica, i locali che non rispettano le prescrizioni mettono in pericolo la vita di tutti… Basta? Ebbene io ho lasciato i parchi chiusi e sono pronto a chiudere anche i locali che non rispettano le norme. Patti chiari, amicizia lunga. Non metto ai voti la salute della gente - conclude Decaro - Noi sindaci più che sceriffi, ci siamo comportati da fratelli maggiori. Ora dobbiamo fare appello al senso di responsabilità di ciascuno di noi. In questa fase il vaccino siamo noi con i nostri comportamenti. Ma chi sbaglia, chiude. E chi fa feste in casa verrà multato".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Chat anti-Salvini, salta l'ANM?
i nodi vengono al pettine

Chat anti-Salvini, salta l'ANM?

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Lei non è la moglie...
fa i pistolotti moraleggianti agli altri e poi...

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Perché lei non è la moglie...

Clandestini in rotta per l'Italia. Bloccati, ma non da noi
fermati dalla guardia costiera tunisina

Clandestini in rotta per l'Italia. Bloccati, ma non da noi

Lega, avviso di sfratto per Gori e Sala
Commissione d’inchiesta sul coronavirus in Lombardia

Lega, avviso di sfratto per Gori e Sala

Ricolfi: "Il Governo non ha saputo gestire l'epidemia"
"Su economia non è che non ha fatto nulla, ma le cose sbagliate"

Ricolfi: "Il Governo non ha saputo gestire l'epidemia"

Salvini: "La Giustizia cade a pezzi"
dimissioni di giulio romano

Salvini: "La Giustizia cade a pezzi"


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU