L'irriverente. Memorie di un cronista, il nuovo libro di Vittorio Feltri

Chiara Grassini
L'irriverente. Memorie di un cronista, il nuovo libro di Vittorio Feltri

" L' Irriverente memorie di un cronista" è il titolo del nuovo libro di Vittorio Feltri ( Mondadori, pagine 104, € 17). Racconta e descrive gli amici conosciuti nel corso del tempo e della sua carriera giornalistica come Giorgio Gaber, Enzo Tortora, Franco Di Bella o Gianni Brera. Particolare attenzione va al capitolo " Mamma e babbo" perché emerge un Feltri intimo e sensibile soprattutto quando narra la malattia del padre. Lo fa con lo sguardo di un bambino di sei anni attraverso un flashback toccante e profondo alternato da piccoli momenti di gioia. Il pianto finale- che conclude il capito VII- si contrappone all'espressione precedente, ovvero " scoppiò a ridere". Il giornalista ritrae i propri genitori con l' uso di aggettivi che rimandano all'eleganza, all' apertura mentale e all'essere colto. In queste pagine emerge un concetto chiave che ritroveremo anche nei capitoli a seguire, cioè quello di mano. Essa rievoca un contesto familiare intimo fatto di commozione e stupore. Basti pensare a Gaber, ad esempio. Le sue canzoni evocano il vissuto dell'autore e il lessico utilizzato rimanda alla sfera sentimentale ed emotiva. Leggiamo dunque un Vittorio sbalordito, attonito, incredulo, compiaciuto e commosso. Ma poco più avanti una serie aggettivi evidenziano gli stati d'animo dello scrittore dovuti alla scomparsa di Giorgio Gaber. " Fu un pugno allo stomaco, il sangue si congelo nelle vene e il respiro si bloccò nei polmoni" sono le parole con cui apprende il decesso del cantante prima definito " giovanotto" e poi " il divo". Nel corso della lettura l'ironia e il sarcasmo accompagnano il lettore così come la ripetizione di alcune consonanti ( r, s t) per sottolineare la tragica fine di Enzo Tortora. " Lo hanno ammazzato. È morto Tortora. È morto. Massacrato dai magistrati." La voglia di sorridere torna anche nel capitolo finale dedicato ai gatti. Il giornalista porta avanti una narrazione comica, divertente e che suscita simpatia. " Scorribande amorose", e " conquistare la micia dei suoi sogni" indicano tenerezza e amore nei confronti dei felini. Insomma, " L'irriverente memorie di un cronista " è un libro che permette di conoscere meglio l' infanzia dell'autore ma è anche un manuale che da consigli di giornalismo. Il direttore di Libero si rivela un attento osservatore e descrive i personaggi in maniera approfondita senza tralasciare i dettagli.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Salvini lancia il “Comitato di salvezza nazionale”
Per salvare "il Paese che altrimenti rischia di affondare"

Salvini lancia il “Comitato di salvezza nazionale”

Perché gli inglesi sono furbi, e noi no
legge elettorale, ecco come ci inculano...

Perché gli inglesi sono furbi, e noi no

Sardine a Roma: è un manifesto anti-Salvini
alla fine gettano la maschera

Sardine a Roma: è un manifesto anti-Salvini

Via la cedolare secca, Calderoli: "Questo Governo fa più danni della grandine"
"ELIMINARE CEDOLARE SECCA AL 21% PER NEGOZI SIGNIFICA UCCIDERE IL COMMERCIO"

Via la cedolare secca, Calderoli: "Questo Governo fa più danni della grandine"

Commenti

Scrivi qua il tuo commento

Caratteri rimanenti: 1500


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU