propaganda post '45

I diktat di chiusura di Renzi sul "No" arrivano anche all'università

Si moltiplicano gli episodi di censura per le iniziative accademiche in favore del No al referendum. Di contro, si sollecitano quelle a sostegno del Sì.

Fabio Montoli
I diktat di chiusura di Renzi sul "No" arrivano anche all'università

Foto da internet

Oggi, nelle università, sono molti di più quelli pronti a propagandare per il "sì" al referendum sulla riforma costituzionale in programma per il prossimo 4 dicembre, contrariamente, partono blocchi e censure. E scoppia la polemica. A denunciare la chiusura degli spazi per il "NO" sono, soprattutto, le reti ed i collettivi studenteschi che da Roma a Milano continuano a segnalare episodi di censura, più o meno velata, delle iniziative per bocciare la riforma Renzi-Boschi.

All'Università  La Sapienza di Roma, il coordinamento studentesco Link contesta la decisione del Preside della facoltà di Giurisprudenza Paolo Ridola di concedere agli studenti solo due conferenze, una per il Sì e una per il No. Una scelta molto discussa, in quanto Ridola, è uno dei firmatari del manifesto "Basta un sì".

All'università di Roma 3, il Rettore sta spingendo il Senato accademico a vagliare una mozione per impedire qualsiasi iniziativa degli studenti a partire dal 45esimo giorno antecedente al voto. E anche in questo caso il Rettore, è schierato pubblicamente al "sì".

Mentre a Milano, all'ateneo Bicocca, i relatori di un incontro sul referendum si presentavano nella formazione quattro a due in favore del sì, a Bologna, invece, la censura è velata da un ciclo di seminari per "capire la riforma costituzionale" che, oltretutto, garantisce agli studenti il conseguimento dei crediti formativi.  Percorsi formativi che vedono sei relatori su otto favorevoli alla modifica costituzionale proposta al governo.



LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU