Minacciata con un coltello

Francia, interprete violentata da un clandestino nella "Giungla" di Calais

Si trovava nell'immensa tendopoli abusiva per accompagnare un giornalista che avrebbe dovuto realizzare un reportage sui minori destinato alla tv francese

Redazione
Francia, interprete violentata da un clandestino nella "Giungla" di Calais

La "Giungla" di Calais. Foto ANSA

Una interprete di pashtun, che accompagnava un giornalista nella "Giungla" di Calais, è stata violentata nella notte tra lunedì 17 e martedì 18 ottobre. I due si erano avventurati in piena notte nell'immensa tendopoli abusiva situata alle porte di Calais per un reportage sui minori non accompagnati destinato alla tv francese.

Intorno alle due di notte la coppia è stata avvicinata da tre afghani, che volevano - secondo il racconto delle vittime - la loro attrezzatura. Ad un certo punto uno dei clandestini, minacciandola con un coltello, ha obbligato l'interprete ad avere un rapporto sessuale, mentre gli altri due rimanevano a distanza, armati anche loro di coltello.

Quando sono stati lasciati andare, il giornalista, un freelance 42enne, e la donna, una 38enne originaria anche lei dell'Afghanistan, si sono recati in commissariato per la denuncia. La donna è stata sottoposta a cure mediche, mentre i tre sono ancora ricercati.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU