Botta e risposta

Salvini: "Se il Senato non serve, Renzi lo cancelli. Si deve cambiare, ma in meglio"

Il leader leghista a Repubblica tv: "Riforma sbagliata. Eleggere direttamente il premier, ad esempio, facendo diventare l'Italia una repubblica federale"

Redazione
Salvini: "Se il Senato non serve, Renzi lo cancelli. Si deve cambiare, ma in meglio"

Matteo Salvini. Foto ANSA

Matteo Salvini ha partecipato, martedì 18 ottobre, a un videoforum su Repubblica tv. L'editorialista Massimo Giannini ha acceso la miccia chiedendo al leader leghista la propria opinione sul referendum del 4 dicembre; ecco la sua risposta: "Ho già pubblicato su Facebook articolo per articolo e comma per comma perché la Riforma è sbagliata al di là di Renzi. Il Senato rimane non eletto, ma nominato tra consiglieri regionali e sindaci. Avrà parola determinante su 18 questioni: non è un posacenere. Se un ente non serve, lo cancelli tout court. Ma Renzi, all'italiana, lo ha fatto né carne né pesce. E ha detto lasciamolo lì".

La discussione si è poi spostata su altri argomenti, in base alle domande degli utenti; una di queste ha riguardato la Rai, che Salvini ha accusato di essere "cubana" nei servizi sul referendum. Altro tema oggetto del dibattito, la legge elettorale: "Dopo il No del 4 dicembre - ha detto Salvini - bisognerà recarsi alle urne con la legge indicata dalla Consulta. E cento italiani dovranno lavorare per un anno alla riforma della Costituzione".

La responsabile di Repubblica tv Laura Pertici ha quindi chiesto al leader leghista se fosse pentito di aver esibito una bambola gonfiabile sosia della Boldrini. "No - è stata la risposta di Salvini - sono pentito di avere la Boldrini come presidente della Camera". Un'altra domanda della giornalista ha riguardato le accuse di sessismo lanciate dai repubblicani contro Trump in America. "Con lui non ci manderei in vacanza mia figlia - ha risposto Salvini - . Ma lo sceglierei perché mi garantisce che non fa guerre in giro per il mondo, che non se ne va a sparare bombe a casaccio".

Giannini è tornato quindi sul referendum: "C'è chi dice che questa riforma prefigura troppi poteri al premier nel combinato disposto con la legge elettorale, anche lei la pensa così?". Pronta la risposta di Salvini: "Non penso che se vince il sì arrivi Pinochet, e non sono uno di quelli che dice la Costituzione non si tocca. Si può toccare, ma non massacrarla. Io sono per cambiarla in meglio". Come, chiede Giannini. "Eleggere direttamente il premier, ad esempio, facendo diventare l'Italia una repubblica federale".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica
la lettera di un militante di palermo

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU