Intervista "profetica" al critico d'arte

Vittorio Sgarbi: "L'Unione Europea fa schifo. E farà la fine dell'Unione Sovietica"

"La Brexit è solo l'inizio. La dittatura europea finirà con la riappropriazione delle identità nazionali. Posizione populista? Me ne frego". Sulla foto virale: "Non è anomalo che mi sia fatto fotografare mentre leggo un libro sul water: è anomalo che il libro fosse di Renzi"

Marco Dozio
Vittorio Sgarbi: "L'Unione Europea fa schifo. E farà la fine dell'Unione Sovietica"

Foto ANSA NSA

A Vittorio Sgarbi non importa d’esser bollato come populista in ragione delle sue posizioni sul superstato di Bruxelles. “Se ne frega”, per essere precisi. E profetizza che l’Unione europea farà la fine dell’Unione sovietica, grazie all’effetto domino innescato dalla Brexit. E sulla foto "defecante": "Non è anomalo che mi sia fatto fotografare mentre leggo un libro sul water: è anomalo che il libro fosse di Renzi".

Sgarbi, la sua foto mentre defeca leggendo il libro di Renzi è diventata virale.
Sono stato a casa di un amico e ho trovato per caso questo libro di cui non conoscevo l’esistenza. Non l’ho letto per cagare, però ho chiamato il mio assistente e mi sono fatto fotografare. D’altra parte non è che io abbia il pudore di non farmi vedere in certe situazioni. Non è anomalo per me. È anomalo che il testo non fosse di Tacito, Guicciardini, Dante o di un romanziere, ma del premier. Da lì è nata l’idea della “lettura liberatoria”. Mi è sembrato un divertente paradosso e mi sono fatto fotografare, è stato un lampo, un’intuizione.

L’intuizione ha avuto successo perché funziona la metafora. Ovvero, per dirla brutalmente, Renzi fa cagare?
Far cagare non è un elemento negativo. Molti libri possono produrre lo stesso effetto, ma non perché siano brutti. Era un gioco, ieri ne ho parlato anche con lui e si è messo a sorridere. Ha detto che ne scriverà un altro così potrà contribuire alle mie prossime performance.

Dove sta sbagliando Renzi?
Benchè sia un ragazzo simpatico, agisce d’impeto e senza mediazioni. Se non fai nulla per dare qualche consolazione ai D’Alema, Veltroni, Bersani e anzi li cacci e tieni Rosy Bindi, è logico che nascano sofferenze interne che minano il tuo stesso partito. Poi c’è l’errore sul referendum. Se ti identifichi col referendum magari mantieni il tuo 30%, ma l’altro 70 è contro di te. Se non hai l’abilità di cercare delle mediazioni per allargare il consenso, avere 5 Stelle e centrodestra contro significa avere contro il 70% degli elettori.

Al di là dei dissidi interni al partito, perché Renzi perde consensi?
Chiunque governi si trova nella condizione di non poter fare quello che vorrebbe. E infatti Renzi vuol fare la riforma per questo, per fare quello che non è riuscito a fare. Ma la riforma è tardiva rispetto alle prove che lui ha dato. Berlusconi mi diceva che il presidente del Consiglio non ha alcun potere se non quello di convocare il Consiglio dei ministri: io rispondevo che il potere non è quello che hai ma ciò che ottieni. Il potere di Renzi è identico a quello di Berlusconi. Ha fatto qualcosa più di Berlusconi, ma non è sufficiente.

Quindi come finirà il referendum?
Vincerà il No. Renzi ha un temperamento autoritario, non incline al dialogo.

Sull’Europa Renzi aveva promesso cambiamenti che nessuno ha visto. Anzi, l’assetto generale dell’Europa è addirittura peggiorato da quando il premier è entrato in scena.
L’Europa è un equivoco fin dalle sue origini. L’azione degli inglesi ha determinato l’inizio dello smottamento che sarà inevitabile. Le aree che erano già conglomerate come Unione Sovietica e Jugoslavia sono deflagrate. La soluzione non è l’Unione europea, è ritornare alle identità nazionali trovando naturalmente un mercato comune. L’idea di fare una finta Europa senza una lingua comune, con attitudini e costumi diversi, è sbagliata. Abbiamo avuto un esempio di deflagrazione con la caduta dell’impero sovietico e della Jugoslavia. Anche la dittatura europea finirà con la riappropriazione delle identità nazionali. È un dato storico. Paesi, tra gli altri, come Ucraina, Bielorussia e Georgia hanno ripreso la loro identità nazionale, in un’impresa di orgoglio. Mettersi insieme fingendo di essere uguali è una ridicolaggine. L’Unione europea è stata realizzata sotto l’insegna del capitalismo invece che del comunismo. Ma un capitalismo a guida tedesca e francese non mi pare una soluzione vantaggiosa per i singoli popoli. Io sono per il ritorno alla nazione e per il ritorno alle monete nazionali.

Ma la sua è una posizione tacciata di essere populista…
Me ne frego. A me l’Europa fa schifo. Mi piace moltissimo l’avanguardia inglese, che poi diventerà propria anche di altri Paesi. Non vedo il vantaggio dell’unità.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU