Quella volta che la scontarono i compagni

Saronno, in stazione botte e bivacchi la fanno da padrone

Ennesima rissa tra immigrati a Saronno. È accaduto in una zona centrale poco dopo mezzanotte. E i residenti si dicono esasperati

Redazione
Saronno, in stazione botte e bivacchi la fanno da padrone

Nella foto ANSA, uno dei tanti bivacchi di clandestini

Lanci di bottiglie fra via Garibaldi e piazza Libertà, in quel di Saronno, ridente cittadina varesina alle porte di Milano. Meno ridente l'area della stazione, da anni ritrovo di sbandati ed extracomunitari che alzano il gomito e...

E anche questa volta c'è scappata la rissa, con tanto di volo di bottiglie. Un gruppetto di nordafricani ubriachi, nella notte tra il 16 ed il 17 aprile scorso, hanno iniziato a litigare e, ben presto, dalle parole (incomprensibili) si è passati ai fatti. Con lancio di bottiglie di birra (vuote) che si sono infrante sul selciato. La rissa in sé non farebbe notizia, se non fosse che a Saronno botte e bivacchi siano all'ordine del giorno. Anzi, della notte. 


I cittadini sono esasperati e, chi può, scappa dalla città. "Si tratta di un copione oramai abituale", dicono i residenti. "Sempre più spesso assistiamo a questi episodi feroci; poco tempo fa hanno danneggiato il gazebo di un locale". Fatti abituali, dicevamo. Il caso più eclatante si era verificato il 15 settembre scorso, quando era finita a lanci di lattine la rissa scoppiata alle 18, in corso Italia, in pieno giorno. Da una parte, un gruppo di nordafricani, probabilmente marocchini, di quelli che stazionano costantemente accanto alla stazione e nei vicini bar islamici; dall’altra alcuni ragazzi di colore. La sequenza era quella classica: si era iniziato con una serie di insulti in arabo, poi sberle e spintoni (del marocchino al nero) ed infine lancio di lattine, finite anche contro le vetrine del Libraccio (la nota libreria di Sinistra) e contro il deposito bici. Quella volta c'erano andati di mezzo i compagni...


“Sembravano degli invasati; quando abbiamo visto la scena ci siamo spaventate moltissimo, siamo scappate velocemente verso la stazione”, ci hanno raccontato in esclusiva due viaggiatrici. Allibiti e terrorizzati gli esercenti dei locali vicini. Dicevamo che non è la prima volta che episodi del genere si verificano a Saronno, comune alle porte di Milano sino a poco tempo fa amministrato da una Sinistra particolarmente sensibile al tema dell’accoglienza; c'era già stata la megarissa al parco di via Grassi: prima le urla, poi calci e pugni fino a lasciare a terra due persone ferite, una di queste con una ferita alla testa. Davanti agli occhi terrorizzati di mamme e bambini. E poi la zuffa di via San Giuseppe, nel centro storico della città; protagonisti due algerini e due tunisini, che per una questione di soldi se l’erano date di santa ragione.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

"Vogliamo fare i poliziotti"
Parla Massimiliano Pirola, esponente del SAP di Milano

Tutele zero per noi poliziotti

Milano: senzatetto tra paura e gelo
Milano: senzatetto sempre più a rischio aggressioni in balia di notti gelide

Senzatetto: "Dormitori sporchi, meglio la strada anche se abbiamo paura"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU