La studentessa abbandonata nel dirupo

I rom lasciarono agonizzante Zhang Yao: "La ragazza era viva, poteva salvarsi"

Terribile l'ipotesi emersa dall'analisi delle immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza. Il terzo nomade, il più spietato, sarebbe fuggito in Germania

Redazione
I rom lasciarono agonizzante la studentessa cinese: "Era viva, poteva salvarsi"

Il luogo dell'impatto. Foto ANSA

Mentre prosegue la caccia terzo rom, complice dei due già fermati per lo scippo e la morte della giovane studentessa cinese Zhang Yao, morta sbalzata da un treno mentre inseguiva i ladri, emerge un particolare agghiacciante dall'analisi delle immagini delle telecamere di sorveglianza che hanno ripreso quanto accaduto tra i binari della ferrovia e il campo nomadi. I tre delinquenti che lo scorso 5 dicembre hanno rubato la borsetta a Yao Zhang, l'avrebbero infatti deliberatamente abbandonata agonizzante dopo essere stata colpita dal convoglio, mentre il sospetto degli inquirenti è che, se fosse stata soccorsa in tempo, avrebbe potuto essere salvata.

La ragazza, dopo essere uscita dall'Ufficio immigrazione dove aveva rinnovato il permesso di soggiorno, è stata scippata dai tre rom all'interno della stazione di Tor Sapienza e ha rincorso i ladri che scappavano verso il campo nomadi, finendo sui binari dove è stata investita da un treno in transito. Dalle immagini si vede l'impatto con il vagone, a seguito del quale la giovane è ruotata su sé stessa prima di finire nel dirupo dove è stata abbandonata a morire. L'ipotesi più accreditata è che il terzo ricercato, che sarebbe considerato anche il più spietato, potrebbe essere fuggito all'estero, probabilmente in Germania, per cercare di farla franca.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Qualcuno salvi Spelacchio!
50mila euro dei contribuenti buttati al vento

Qualcuno salvi Spelacchio!

Trieste dichiara guerra al racket dell'accattonaggio
Oltre 200 manifesti affissi in città

Trieste dichiara guerra al racket dell'accattonaggio

Milano, mignotte "China" addio
giro di vite sui bordelli cinesi

Milano, mignotte "China" addio


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU