LA SICILIA ABBRACCIA IL SUO LEADER

Matteo Salvini visita la stele di Falcone, la tomba di Federico II e Santa Rosalia

Dal pomeriggio a notte inoltrata, doppio bagno di folla: prima al convegno La Sicilia nell'Italia che vogliamo e poi alla festa organizzata da "Noi con Salvini". Oltre duemila tra selfie e fotografie

Fabio Cantarella
Matteo Salvini visita la stele di Falcone, la tomba di Federico II e Santa Rosalia

Foto ANSA

Bagno di folla, nel vero senso della parola, per il leader della Lega Matteo Salvini giunto a Palermo per un intenso tour durante il quale lo hanno accompagnato l’on. Angelo Attaguile, segretario nazionale di Noi con Salvini, il prof. Armando Siri, responsabile economico del movimento e fautore della proposta di legge depositata alla Camera dei deputati sulla flat tax al 15%, e dall’on. Alessandro Pagano che coordina per il movimento la Sicilia Occidentale.

Matteo Salvini inizia la giornata rendendo onore a Giovanni Falcone, alla moglie Francesca Morvillo, e agli agenti della scorta Rocco Dicillo, Antonio Montinaro e Vito Schifani, deponendo una corona d’allora ai piedi della stele situata lungo l’autostrada. Subito dopo Salvini ha fatto tappa alla Cattedrale del capoluogo dove tra le altre cose ha visitato le cappelle con le tombe reali di Federico II, detto Caput Mundi, del padre Enrico VI imperatore del Sacro Romano Impero, Costanza I d’Altavilla, Costanza II D’Aragona , Ruggero II e Pietro II D’Aragona. Quindi si è recato al Santuario di Santa Rosalia, la patrona di Palermo, sul Montepellegrino.

Nel pomeriggio il leader della Lega e di Noi con Salvini ha preso parte al convegno “La Sicilia nell’Italia che vogliamo” organizzato dall’on. Alessandro Pagano, nel corso del quale Angelo Attaguile ha sottolineato gli importanti traguardi raggiunti dal movimento e dalla Lega nel meridione in quattro anni di duro e serio lavoro.  Attaguile, senza la cui capacità di leggere il futuro nulla di tutto ciò sarebbe stato possibile, ha ripercorso le tappe della svolta che ha portato i siciliani ad innamorarsi di un vero leader come Matteo Salvini, un tempo operazione davvero impensabile. “Nulla a che vedere con quell’alleanza tra Umberto Bossi e il Movimento dell’autonomia che fu –ha evidenziato l’on. Angelo Attaguile- quella era un’alleanza elettorale, per raccogliere voti e poltrone. Questa è un’alleanza di valori, di amore per la nostra terra, incentrata su un programma serio, leale, condiviso e apprezzato sempre da più italiani e siciliani. Non è un caso – ha concluso Attaguile- che oggi raccogliamo tanti consensi e molti si sono avvicinati al nostro movimento, l’unico in grado di garantire un futuro ai nostri figli e nipoti. Vado fiero della scelta che feci in un momento in cui Matteo Salvini non era ancora il leader della Lega e il partito era ridotto al tre per cento, ma in Matteo Salvini vidi subito un vero e grande leader, oltre che un grande uomo”.

In serata ancora un altro bagno di folla alla festa organizzata da Noi con Salvini con oltre settecento partecipanti che si sono stretti a Matteo Salvini per un saluto, un selfie o un semplice grazie di esserci. Anche qui applausi sentiti per Angelo Attaguile, “l’uomo senza il quale tutto questo non sarebbe stato possibile”. Una grande famiglia, con tanti amministratori comunali alcuni dei quali eletti proprio con Noi con Salvini. In prima linea, a fianco di Attaguile, anche i sindaci di Aci Castello, Filippo Drago, quello di Motta, Anastasio Carrà, il vicesindaco di Mascalucia e responsabile per la comunicazione in Sicilia del movimento Fabio Cantarella, Antonio Mazzeo che fu in percentuale il più votato d’Italia alle elezioni europee a Maletto, Rocco Zapparata che ha guidato una nutrita delegazione del Calatino con il consigliere di Mazzarrone Eugenio Cascone, e la responsabile provinciale catanese delle donne, Rossella Ledda, imprenditori di livello come Emanuele Santera. E ancora, Elisabetta Pasqualino consigliere eletto a Pedara con Noi con Salvini, Giorgio Calì consigliere comunale a Palermo, Francesco Vozza e Antonio Purpari dirigenti palermitani, Felice d’Angelo consigliere comunale a Trapani.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Barcellona, l'amica di Driss: "Mi chiese di convertirmi all'Islam"
Parla l'italiana che ebbe con lui una relazione

Barcellona, l'amica di Driss: "Mi chiese di convertirmi all'Islam"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU