CERTEZZA DELLA PENA?

Sgozzò moglie e figlia di sei anni, ora chiede lo sconto di pena

Abdelhadi Lahmar nel 2015 uccise brutalmente i due familiari, ma il suo avvocato ritiene eccessivo l'ergastolo

Redazione
Abdelhadi Lahmar

Foto ANSA

Il suo avvocato, Gianluca Liut, non ha dubbi: "L’ergastolo è una pena eccessiva. Ritengo che al massimo Lahmar possa meritare 30 anni. Chiederò il riconoscimento delle attenuanti generiche in termini di equivalenza rispetto alle aggravanti contestate. Valuteremo inoltre se chiedere una nuova perizia psichiatrica. Già dalla perizia svolta nel processo di primo grado, risulta che Lahmar può essere ritenuto affetto da una serie di disturbi della personalità, pur essendo stato ritenuto capace d'intendere e di volere".

Così Abdelhadi Lahmar, il quarantunenne marocchino che la notte del 15 aprile 2015 uccise la moglie Touria Errabaibi e sgozzò la figlia Hiba di appena sei anni, cerca lo sconto di pena in Appello. L'uomo, processato con rito abbreviato, è stato condannato all'ergastolo per effetto del mancato riconoscimento delle attenuanti generiche. E il gup è durissimo: "Le attenuanti generiche vanno escluse per la rara efferatezza, l’accanimento e la ferocia con la quale ha massacrato i corpi delle vittime colpendo ripetutamente la moglie con l’accetta e poi finendola con un coltello e sgozzando la figlioletta fino ad arrivare quasi al taglio completo del collo, per di più assalendole nel sonno, quando non erano in grado di difendersi".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Travaglio condannato per diffamazione
per un articolo sulle intercettazioni

Travaglio condannato per diffamazione

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

La Libia stoppa un barcone con 158 a bordo
soccorsi e portati in un campo profughi a Khoms

La Libia stoppa un barcone con 158 a bordo

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo
quasi staccarono un braccio a un controllore

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo

Vos Thalassa, fermati i due facinorosi
salvati, han ringraziato a pugni

Vos Thalassa, fermati i due facinorosi

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU