Iniziativa fallimentare

Educazione finanziaria? Almeno chiamateli corsi contro le fregature delle banche

Bankitalia ammette che gli eventi di "alfabetizzazione finanziaria" non sono decollati. In 3 anni coinvolte poche migliaia di persone. Forse occorrerebbe partire dai vertici "educando" i banchieri affinché non rifilino spazzatura a clienti incolpevoli

Marco Dozio
Educazione finanziaria? Almeno chiamateli corsi contro le fregature delle banche

La chiamano “educazione finanziaria”, ovvero il tentativo di insegnare alle “persone comuni” nozioni basilari di finanza almeno sufficienti a riconoscere e scansare le proposte-fregatura delle banche. Le quali ormai hanno la disdicevole abitudine di rifilare ai propri clienti prodotti “spazzatura”. I progetti fin qui messi in campo però non hanno sortito effetti rilevanti, con gli stessi organizzatori che ammettono un sostanziale fallimento parlando di "frammentazione delle iniziative" molte delle quali con “un numero di partecipanti modesto”, secondo quanto emerge dalla rilevazione nel triennio 2012-2014 a cura di Banca d'Italia, Consob, Covip, dell'Ivass, Fondazione per l'educazione finanziaria e del risparmio e del Museo del Risparmio.

In tre anni sono state promosse circa 200 iniziative rivolte però a poche migliaia di persone. E chissà se la sensibilizzazione in atto è servita a qualcosa. Parliamo di risparmiatori truffati da banche di cui si fidavano. E soprattutto parliamo di risparmiatori che hanno investito in obbligazioni, le quali per la stragrande maggioranza dei casi non erano identificabili come prodotti a rischio, visti anche i tassi di interesse simili ai Btp.

È successo così per Banca Etruria e per gli altri 3 istituti di credito salvati dal governo Renzi, il quale attraverso il decreto “salva-banche”, come effetto collaterale, ha rovinato 12mila famiglie. Posto che occorre informare i cittadini sui possibili rischi derivanti dai rapporti con le banche, un po’ come i carabinieri tengono corsi anti-truffa rivolti agli anziani, forse non sarebbe male che l’educazione finanziaria iniziasse dall’alto, dai vertici, dai banchieri e poi dai bancari che rifilano bidoni ai propri clienti. Però lo fanno sempre educatamente, su questo non c’è dubbio.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più

Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU