Nelle vigne del Chianti profughi sfruttati e sottopagati

Francesco Giusti
Nelle vigne del Chianti profughi sfruttati e sottopagati

Un tempo la vendemmia di fine estate rappresentava per molti giovani della provincia di Siena la prima attività lavorativa, una volta finite le scuole superiori, in attesa dell’inizio dell’avventura universitaria o della ricerca del primo lavoro. Ora, invece, si scopre che centinaia di immigrati, soprattutto profughi appena giunti dal Pakistan e da Paesi dell’Africa sub sahariana, sono sfruttati e sottopagati per lavorare in cinque aziende vitivinicole del Chianti, fatti lavorare in ciabatte anche a gennaio, vessati con punizioni corporali e pagati 4 euro all’ora per lavorare almeno 12 ore al giorno. A capo dell’organizzazione, sgominata da un’inchiesta della procura di Prato, che ha portato all’emissione di dodici avvisi di garanzia ed all’effettuazione di trenta perquisizioni, una coppia di pakistani che sfruttavano profughi. Evidentemente anche nella rossa toscana vale il motto di Buzzi e Carminati “Tu c’hai idea quanto ce guadagno sugli immigrati? Il traffico di droga rende meno”. Con buona pace dei giovani e meno giovani che, anche in Toscana, sono senza lavoro e senza futuro.

53100 Siena SI, Italia

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

"Amore Criminale: e i suoi frutti amari"

Commenti

Scrivi qua il tuo commento

Caratteri rimanenti: 1500


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU