Terrorista a spese nostre

Crotone, un richiedente asilo iracheno: "Agli infedeli bisogna tagliare la gola"

L'uomo, un 29enne, aveva esultato in occasione dell'attentato di Manchester e faceva propaganda per l'Isis all'interno del centro di accoglienza: arrestato

Redazione
Crotone, un richiedente asilo iracheno: "Agli infedeli bisogna tagliare la gola"

Foto ANSA

Un richiedente asilo iracheno di 29 anni è stato arrestato dalla Polizia per terrorismo. L'uomo, secondo quanto emerso dalle indagini, avrebbe fatto propaganda per l'Isis istigando altri ospiti del centro Sprar di Crotone a entrare a far parte del sedicente Stato islamico e a compiere atti violenti. Le indagini, coordinate dalla Dda di Catanzaro diretta da Nicola Gratteri, sono state condotte dai poliziotti della Digos di Crotone. L'Iracheno, considerato dagli investigatori persona violenta, è accusato di associazione con finalità di terrorismo internazionale e istigazione a delinquere. Dall'inchiesta è emerso che l'uomo, il quale esultato in occasione dell'attentato di Manchester, svolgeva l'attività di proselitismo nei confronti degli immigrati ospitati nel Centro Sprar di Crotone fornendo notizie, chiarimenti e materiali sullo Stato Islamico.

Non c'è bisogno di andare in Iraq o in Siria per combattere la guerra santa: si può anche rimanere in Italia, "per redimere gli infedeli", ai quali va "tagliata la gola". Sono alcune delle affermazioni che erano state fatte dall'aspirante profugo iracheno, mantenuto a spese dei contribuenti italiani e arrestato questa mattina dalla Polizia, durante una conversazione intercettata con la sorella. Alla donna l'uomo aveva riferito infatti che nonostante qualcuno gli avesse chiesto di tornare nel suo Paese per prendere parte alla guerra santa dell'Isis, proprio la condivisione dei principi del jihad lo avrebbero invece spinto a rimanere in Italia per "redimere gli infedeli". "A queste persone - ha ribadito per telefono alla sorella - dovrebbe essere tagliata la gola".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Barcellona, l'amica di Driss: "Mi chiese di convertirmi all'Islam"
Parla l'italiana che ebbe con lui una relazione

Barcellona, l'amica di Driss: "Mi chiese di convertirmi all'Islam"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU