Città governata dal PD

Rissa tra arabi nel centro di Pavia, ragazza italiana rischia di rimetterci un occhio

Una 31enne è stata colpita con una bottiglia di vetro mentre passeggiava con un'amica. La madre: "Nessun genitore deve vivere col terrore che possa succedere qualcosa ai propri figli. Il finto buonismo ci sta portando allo sfacelo"

Redazione
Rissa tra arabi nel centro di Pavia, ragazza italiana rischia di rimetterci un occhio

Foto generica da internet

Rischiare di morire o di perdere la vista. Ferirsi, correre al pronto soccorso, vivere una notte di terrore a causa dell’immigrazione fuori controllo. A Pavia nel fine settimana una ragazza di 31 anni, Federica Irianni, è stata ferita a un occhio da una bottiglia rotta durante una rissa tra nordafricani. L’unica sua “colpa”? Quella di passeggiare nel centro storico della città lombarda amministrata dal PD. “Mi sono trovata nel posto sbagliato al momento sbagliato”, ha spiegato rievocando quei terribili istanti. E così, a causa dell’invasione in atto, succede che anche il centro storico di una città un tempo mediamente sicura, come Pavia, si riveli un “posto sbagliato”.

La ragazza verso mezzanotte e mezza, in compagnia di un’amica, stava dirigendosi da piazza Cavagneria a Strada Nuova quando ha incrociato un gruppo di stranieri intenti a litigare. Una rissa. Le due donne si allontanano, ma Federica viene raggiunta da un pezzo di vetro di una bottiglia rotta. “L’ho visto arrivarmi addosso e temevo che potesse colpirmi all’altezza del collo. All’inizio mi sono accorta di un graffio sotto l’occhio, che poi però ha cominciato a lacrimare e a gonfiarsi”. Un parente l’accompagna in ospedale.

Il frammento di vetro conficcato in quel punto così delicato viene rimosso. Ma i medici ravvisano una lesione della cornea. “Dovrò tornare in ospedale per altri controlli – sospira – è assurdo però dover aver paura di circolare la sera per il centro della città”. “Nessun genitore, nessuna persona deve vivere col terrore che possa succedere qualcosa ai propri cari. Il finto buonismo ci sta portando allo sfacelo, siamo veramente stanchi. La situazione a Pavia sta continuamente peggiorando”, aggiunge la mamma della ragazza.

Gian Marco Centinaio, pavese, capogruppo della Lega al Senato, è indignato: “L’unica colpa di questa ragazza? Passeggiare con una sua amica in Strada Nuova e finire nel bel mezzo di una rissa tra rottami umani che trasformano le vie di Pavia in un ring. Un abbraccio fortissimo a Federica Irianni con l'augurio che passi tutto. Una considerazione finale -  scrive su Facebook - cari pavesi, caro sindaco, assessori e consiglieri comunali, ma il caso Elena Madama (investita da un moldavo in quella stessa zona ndr) non vi ha insegnato nulla? Dobbiamo aspettare che la movida pavese faccia tanto male a qualcuno? Da genitore sono molto preoccupato e nei prossimi giorni chiederò un appuntamento ufficiale a Questore e Prefetto per parlare di sicurezza”.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU