ABBATTUTO DALLA POLIZIA

Germania, "Allah Akbar!" e colpisce i passeggeri a colpi di ascia. L'Isis rivendica: è dei nostri

Con un'accetta ed un coltello, un richiedente asilo ha ferito gravemente quattro persone in Baviera. A casa dello straniero era stata trovata una bandiera dello Stato islamico

Francesco Vozza
Germania, immigrato urla "Allah Akbar" e attacca passeggeri in treno

Gli inquirenti riferiscono che il vagone era coperto di sangue, sembrava "un macello" (Epa)

Nuovo attentato islamista in Europa: in Germania, un immigrato afgano di 17 anni ha assaltato e ferito gravemente ieri sera quattro persone che si trovavano insieme a lui a bordo di un treno che stava attraversando la Baviera. Il richiedente asilo ha utilizzato un'accetta ed un coltello per tentare di massacrare le sue vittime e, stando a molte testimonianze fornite alla polizia tedesca, avrebbe urlato "Allah Akbar" prima di lanciarsi nel suo folle gesto. Il giovane è stato fortunatamente abbattuto da un'unità speciale che si trovava fortunatamente nelle vicinanze, prima che riuscisse a compiere un massacro.

E stamane è arrivata anche la rivendicazione ufficiale dell'Isis, giunta tramite l'agenzia Amaq. L'episodio sta destando grande preoccupazione nel Paese della Merkel, anche perché fin dalle prime ore di stamane emergeva chiaramente la matrice islamista di quest'attentato: a casa dello straniero, infatti, è stata ritrovata una bandiera dell'ISIS disegnata a mano. Il ragazzo, arrivato in Europa senza i suoi genitori, era ospitato presso una famiglia di accoglienza di Ochsenfurt.

"Già durante la prima chiamata di emergenza un testimone ha riferito che l'assalitore urlava 'Allah Akbar' sul treno" - ha riferito alla emittente televisiva ZDF il ministro degli Interni bavarese Joachim Hermann. Il 17enne era arrivato in Germania due anni fa come minore non accompagnato, e aveva fatto richiesta di asilo nel marzo dell'anno scorso. Viveva in una comunità per giovani rifugiati fino a due settimane fa, quando venne assegnato in adozione a una famiglia vicino Würzburg.
Gli investigatori hanno riportato che il vagone del treno dove è avvenuto l'attacco era coperto di sangue e sembrava "un macello". Circa 30 passeggeri si trovavano a bordo in quel momento, 12 sono stati sottoposti a cure per lo stato di choc. Due delle quattro vittime - tutte appartenenti ad una famiglia di Hong Kong - si troverebbero ancora in gravi condizioni.

La Germania non è nuova ad episodi di violenza sui treni al grido di Allah. Nel maggio scorso un uomo pugnalò quattro persone in una stazione ferroviaria tedesca a Grafing, vicino Monaco, una delle quali morì in seguito alle ferite ricevute. Ma le autorità riferirono di non avere prove di collegamento con gli estremisti islamici e il colpevole, definito semplicemente "pazzo", fu ricoverato in un ospedale psichiatrico.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Compagni, la festa è finita...
cala il sipario sul bomba

Compagni, la festa è finita...

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue

Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà
Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà

Praga: l'SPD chiede un referendum per uscire dalla Ue

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"
Il tycoon reagisce alle polemiche

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"

Ciaone, Hollande. Il presidente se ne va
in crollo verticale nei sondaggi

Ciaone, Hollande. Il presidente se ne va


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU