A rischio la sicurezza nelle cure

Mancano 47.000 infermieri, il governo gioca con la nostra salute

Il paradosso è ci sono schiere di infermieri disoccupati, impossibilitati ad accedere alla professione per via del blocco del turnover e dei tagli operati dal governo.

Marco Dozio
Mancano 47mila infermieri, il governo gioca con la nostra salute

Foto ANSA

Nell’Italia di Renzi è a rischio la salute di ognuno di noi. Il motivo? Mancano a regime 47.000 infermieri, il numero necessario “per raggiungere livelli accettabili di sicurezza" nelle cure. A spiegarlo è uno studio della Federazione dei Collegi degli infermieri Ipasvi, che si basa sui dati della ragioneria dello Stato. Il paradosso è ci sono schiere di infermieri disoccupati, impossibilitati ad accedere alla professione per via dei tagli operati dal governo. I blocchi del turnover hanno determinato un’emorragia di 7.500 infermieri tra il 2009 e il 2014. Personale che non è stato rimpiazzato.

La situazione è particolarmente grave nelle regioni in cui è in vigore un piano di rientro, a causa dei buchi generati da una casse politica indecorosa. Campania, Lazio e Calabria hanno perso in cinque anni 5.439 professionisti. L’altra faccia della medaglia è che per coprire la carenza d’organico, i colleghi in servizio sono costretti a turni massacranti. Che risultano ancor più inadatti agli over 50, che rappresentano il 38% degli “operativi” a livello nazionale, con punte del 61% in Calabria, del 58% in Molise e del 54% in Campania.

"La soluzione sono nuove assunzioni", ha spiegato Barbara Mangiacavalli, presidente dell'Ipasvi. "Un 'placebo' per alleggerire la situazione nelle Regioni in piano di rientro sarebbe la mobilità volontaria, prevista dalla riforma della PA, ma che aziende e Regioni bloccano non rilasciando i nulla osta. A richiederla sono soprattutto le Regioni del Sud e ad aderire sarebbero gli infermieri di quelle stesse Regioni che vivono da anni a migliaia di chilometri da casa".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU