allarmismo sanitario

Arriva il superbatterio che ci sterminerà tutti

La tv inglese lancia l'allarme apocalisse: siamo diventati immunoresistenti ai farmaci. E se dovesse arrivare una nuova malattia, spazzerebbe via il pianeta

Redazione
Arriva il superbatterio che ci sterminerà tutti

Fonte Tasc

Peggio del film Resident Evil, dove un virus scatena uno scenario da fine del mondo sterminando la razza umana (anzi, per la precisione, trasformandola in zombie). Secondo la BBC starebbe arrivando un superbatterio resistente agli antibiotici, in grado di uccidere una persona ogni tre secondi entro il 2050 (allora c'è tempo, meno male), se "non saranno prese contromisure adeguate, effettuate campagne di informazione su scala globale contro l'uso eccessivo di antibiotici e non verranno spesi migliaia di miliardi in ricerca".


Questo l'allarme (o l'allarmismo? Non è che certe lobbie farmaceutiche sono in cerca di soldi facili?) lanciato dal report Review on Antimicrobial resistence, secondo cui "è necessaria una vera e propria rivoluzione nella concezione e nell'uso degli antibiotici per non tornare al Medioevo". Non si starà un po' esagerando?

La battaglia contro le più comuni infezioni, resistenti a qualsiasi cura oggi conosciuta, potrebbe causare più morti "del terrorismo". Il problema principale, secondo il rapporto, è che non si stanno sviluppando nuovi antibiotici efficaci e si sta perdendo il potere curativo di quelli noti perché spesso l'abuso causa la resistenza dei batteri.

Secondo la tv inglese "il mondo vacilla sul baratro di un'era post-antibiotica". E la situazione può soltanto peggiorare con il rischio che 10 milioni di persone possano morire per una semplice infezione ogni anno nel 2050. Il costo finanziario di questa lotta sarà altissimo: circa 100mila miliardi di dollari. Altro che Isis...

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Venezia, kosovari-albanesi: "Siamo italiani"
Manifestazione colorata a Rialto

Venezia, kosovari-albanesi: "Siamo italiani"

Uno studio inglese confermerebbe che i bambini instaurano un legame più soddisfacente con il proprio pet che con i consanguinei
il cane meglio di un fratello

Quando il bimbo preferisce Fido

Cuccioli umani ed animali interagiscono con lo stesso registro vocale
Toni e gesti nella comunicazione con i pets

Cuccioli umani ed animali interagiscono con lo stesso registro vocale


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU