Durante i lavori al cimitero

Allaccio abusivo dei Rom, operaio muore folgorato

L'uomo colpito da una potente scarica elettrica a causa del contatto con un cavo lasciato scoperto e collegato con il vicino campo nomadi

Redazione
Rom usano cavo scoperto per rubare energia al cimitero, operaio folgorato

Il cimitero di Foggia dove è avvenuto il tragico incidente

Un operaio di 63 anni, Paolo Viscillo, è morto oggi, giovedì, a Foggia, folgorato da un cavo dell'alta tensione. L'uomo stava lavorando nel cimitero cittadino di via Sprecacenere per la ditta ML di San Marco in Lamis, che si occupa di costruire recinzioni per le cappelle, quando è stato colpito da una potente scarica elettrica a causa del contatto con un cavo lasciato scoperto.


Gli inquirenti stanno ricostruendo la dinamica dell'accaduto, come riportato da IlGiornale.it, ma ciò che è emerso finora ha dell'incredibile. Il cavo della rete elettrica non era altro che l'allaccio abusivo del piccolo campo rom che sta a duecento metri dal cimitero, popolato da una quindicina di persone.


Subito dopo l'accaduto alcuni colleghi hanno trovato il corpo esanime dell'uomo ed hanno celermente allertato i soccorsi e le Forze dell'Ordine. Polizia e 118 sono intervenuti subito, ma invano; non hanno potuto fare altro che constatare il decesso, mentre i tecnici ENEL si sono messi al lavoro per mettere in sicurezza l'intera area.


L'uomo è stato ucciso da alcuni sprovveduti, dall'abusivismo e dall'illegalità di quel campo rom.
Parliamoci chiaro, quel cavo non doveva essere lì, non doveva esserci alcun allaccio abusivo, non doveva esserci alcun campo rom e Paolo non doveva morire.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Europee, Di Maio: "Sta per arrivare uno tsunami"
"hanno abbandonato chi aveva bisogno di aiuto"

Europee, Di Maio: "Sta per arrivare uno tsunami"

"Razzista, razzista!". Ops, gli aggressori erano due rom
custode nigeriano malmenato durante un furto a cremona

"Razzista, razzista!". Ops, gli aggressori erano due rom

Presidio anarchici, fermata un'antagonista. Armata
Calci e pugni ad agenti Digos, in tasca oggetti atti a offendere

Presidio anarchici, fermata un'antagonista. Armata

Protesta del latte: la Statale 131 bloccata nel Nuorese
Pastori, amministratori e trattori sulla strada

Protesta del latte: la Statale 131 bloccata nel Nuorese


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU