"Lo Stato Islamico sopravviverà"

Altri due terroristi islamici in Italia: un tunisino fermato, suo fratello espulso

Entrambi risiedevano a Foggia: erano in contatto con persone ritenute vicine all'estremismo islamico, condividendo sui social post inneggianti all'Isis

Redazione
Altri due terroristi islamici in Italia: un tunisino fermato, suo fratello espulso

Foto ANSA

Ancora dei terroristi islamici che erano presenti, e liberi di circolare, sul territorio italiano: un'operazione coordinata dalla Dda di Bari ha portato venerdì all'esecuzione di due diversi provvedimenti, nei confronti di due fratelli tunisini residenti a Foggia. Uno di loro, il 34enne Kamel Sadraoui, è stato sottoposto a fermo per apologia di terrorismo e detenzione di armi. Al fratello 32enne, rintracciato a Padova, è stato invece notificato un decreto di espulsione. L'indagine della Digos di Bari, in collaborazione con quelle di Foggia e Padova e sotto il coordinamento della Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione (Ucigos), è stata finalizzata a "prevenire e debellare - come si legge in una nota rilasciata dalla Questura barese - il fenomeno dei cosiddetti lupi solitari ispirati dall'Isis".

Gli approfondimenti investigativi hanno consentito di accertare che entrambi i fratelli erano, via Facebook e attraverso alcune chat, in contatto con persone ritenute vicine all'estremismo islamico, condividendo sui social post inneggianti all'Isis. L'inchiesta è stata coordinata dai pm della Dda di Bari Giuseppe Gatti e Lidia Giorgio ed è stata denominata "Barakaat". Il 34enne ha sostenuto "attività di propaganda dello Stato Islamico tramite la pubblicazione su Facebook di video e post di esaltazione delle azioni compiute dalle milizie della stessa formazione terroristica" oltre ad aver esaltato Amis Amri, l'attentatore dei mercatini natalizi di Berlino. "Lo Stato Islamico sopravviverà" scriveva Sadraoui. Il 34enne, al momento dell'arresto, aveva con sé una pistola, il che non esclude il legame dell'uomo con la criminalità foggiana.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU