39mila arresti dallo scorso luglio

Turchia, prosegue la repressione di Erdoğan: retata contro giornale di opposizione

Il quotidiano è accusato di aver rivelato il nome dell'hotel di Marmaris, nel quale risiedeva il presidente turco durante nella notte del tentato golpe

Redazione
Turchia, prosegue la repressione di Erdoğan: retata contro giornale di opposizione

Prosegue la repressione da parte del regime di Recep Tayyip Erdoğan: altri quattro ordini di arresto sono stati spiccati venerdì mattina in Turchia, nei confronti del proprietario e di tre dirigenti del giornale di opposizione "Sözcü", presso la cui redazione di Istanbul si è presentata all'alba la polizia. L'accusa per tutti è di aver commesso reati per conto della rete di dell'organizzazione Fetullah Gulen, l'imam ritenuto la mente del colpo di stato fallito lo scorso 15 luglio, pur senza farne direttamente parte e aver agito per istigare a una rivolta armata nei confronti del governo.

I locali della redazione del quotidiano e le abitazioni dei ricercati sono state perquisite: tra i destinatari dei mandati di cattura spiccano i nomi del proprietario, Burak Albay, che si trovava però all'estero, e della responsabile dell'edizione on line, Meida Olgun. Il quotidiano è accusato di aver rivelato il nome dell'hotel di Marmaris, località della costa turca, nel quale risiedeva il presidente turco durante la notte del tentato golpe. A partire dalla proclamazione dello stato di emergenza in Turchia, avvenuta lo scorso 22 luglio, circa 39mila sono le persone in stato di detenzione, mentre circa 130mila sono state sospese dal proprio ufficio o posto di lavoro.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Vota il tuo mini Bot: quale preferisci?
Il concorso lanciato da Claudio Borghi

Vota il tuo Mini BOT: quale preferisci?

Renzi il diffamatore
Ancora Tu? Ma non dovevamo vederci più!?

Renzi il diffamatore

Petizione contro Il Moretto: il nome è razzista
L'Esercito USA si libera dei foreign fighters?


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU