Denunciare le violenze

Aggredito da bulli, il padre posta la foto e il suo appello diventa subito virale

Il genitore di un ragazzino 13enne picchiato da coetanei ha pubblicato su Facebook un post contro il bullismo: migliaia di condivisioni in poche ore

Redazione
Aggredito da bulli, il padre posta la foto e il suo appello diventa virale

Foto ANSA

Suo figlio è stato picchiato da tre bulli e, dopo aver denunciato l'accaduto ai carabinieri, il padre deciso di pubblicare la foto del volto tumefatto del tredicenne su Facebook, lanciando un appello a quanti sono vittime di violenza a denunciare "perché gli autori di tali soprusi non devono passarla liscia". Il post ha raggiunto in poche ore decine di migliaia di condivisioni. L'aggressione è accaduta nel pomeriggio di venerdì in Via Cesare Pavese a Mugnano, un comune alle porte di Napoli.

Il ragazzo, 13 anni appena compiuti, stava rientrando a casa quando ha incrociato cinque ragazzini, probabilmente suoi coetanei. Tre di loro, dopo averlo preso in giro, hanno iniziato ad aggredirlo. Il 13enne, che era in compagnia di un suo amico rimasto profondamente scosso, ha riportato contusioni guaribili fortunatamente in pochi giorni. Una volta tornato a casa, ha raccontato in lacrime tutto ai genitori che subito sono andati in caserma per la denuncia.

I carabinieri della caserma e quelli della Compagnia di Giugliano, diretti dal capitano Antonio De Lise, hanno immediatamente avviato le indagini, poi il papà sul suo profilo ha pubblicato la foto del figlio, per dire che bisogna fermare la violenza, perché quello che è successo al ragazzino "non deve e non dovrà accadere a nessuno". Un appello accorato che è diventato virale. Migliaia le persone che hanno espresso solidarietà alla vittima; un coro unanime di condanna al bullismo.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Trema pure Mattarella: "L'Ue rischia di saltare"
ormai non ci crede più neanche lui

Trema pure Mattarella: "L'Ue rischia di saltare"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU